fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

Coronavirus: Ceriscioli incontra
i prefetti, ora si attende
il summit con Conte

ANCONA - Oggi il governatore ha incontrato i prefetti delle Marche, l'Anci, l'Upi, l'Uncem, il Gores e la Protezione civile
Print Friendly, PDF & Email

“Grande condivisione sui contenuti dell’Ordinanza regionale per la prevenzione e il contrasto del Coronavirus, in attesa della riunione di domani mattina tra le Regioni e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. È quanto emerso dal confronto molto positivo tra il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli con le cinque prefetture, l’Anci, l’Upi, l’Uncem, il Gores e la Protezione Civile che si è tenuto nel pomeriggio a palazzo Raffaello”. E’ quanto comunicano con una nota stampa dalla Regione.

“Ceriscioli – rimarcano dalla Regione – ha ribadito che avrebbe preferito emanare oggi l’ordinanza perché la sicurezza dei cittadini, dai più piccoli ai più grandi, viene prima di tutto. Ora si attende il confronto con il presidente Conte”.
Regione che, a margine del summit, riporta anche le dichiarazioni di Mangialardi, Pettinari e D’Acunto: “Condividiamo l’ordinanza e speriamo che domani venga accolta – affermano, stando alla nota della Regione, il presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi e Antonio Pettinari, presidente Upi Marche – questa è una emergenza che va coordinata in maniera puntuale e adeguata dal Consiglio dei Ministri. Ben venga il coordinamento nazionale di domani che imponga un atteggiamento omogeneo sia alle Regioni che ai Comuni. La Regione Marche ha già predisposto opportunamente tutti gli atti che oggi al tavolo abbiamo pienamente condiviso”.
“Il prefetto di Ancona Antonio D’Acunto – sempre secondo la Regione – avrebbe dichiarato che “in piena sinergia con i prefetti delle Marche, verranno convocate, delle apposite riunioni di Comitato dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica per l’analisi, costantemente aggiornata, della situazione del territorio marchigiano”. Il prefetto D’Acunto esprime  piena disponibilità ad azioni condivise, al fine di evitare disagi alla popolazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X