facebook twitter rss

Avis Porto Sant’Elpidio sempre più
a trazione ‘young’ tra numeri
da applausi e appelli a donare sangue

PORTO SANT'ELPIDIO - Il presidente Agolini: "Non posso nascondere la mia grande soddisfazione, sono dati in controtendenza rispetto al contesto caratterizzato dall’elevato numero di chiusure dei centri di raccolta dovute alla grave carenza di personale che affligge la medicina trasfusionale da troppo tempo"
Print Friendly, PDF & Email


Questa domenica mattina, presso la Croce Verde di Porto Sant’Elpidio si è svolta la consueta assemblea annuale dei donatori dell’Avis di Porto Sant’Elpidio. Il tema, come ogni anno, è stato quello del bilancio, non solo economico, ma anche della vita associativa; un vero e proprio momento di riflessione e confronto sulle attività promozionali e di sensibilizzazione sulla donazione di sangue e plasma con la presenza del presidente Provinciale Franco Rossi.

In apertura i numeri snocciolati dal presidente comunale Stefano Agolini: “Nel 2019 si sono registrate tra i nostri associati 570 donazioni, 515 di Sangue e 55 di Plasma, ossia il 13% in più rispetto al 2018, anno già ampiamente positivo quando eravamo arrivati a ben 507 donazioni. Abbiamo registrato inoltre un aumento dei donatori iscritti passati da 254 a 289. Non posso nascondere la mia grande soddisfazione, sono dati in controtendenza rispetto al contesto caratterizzato dall’elevato numero di chiusure dei centri di raccolta dovute alla grave carenza di personale che affligge la medicina trasfusionale da troppo tempo. Nonostante questo il fatto che la nostra realtà continui a crescere, testimonia la dedizione e l’impegno dei nostri associati che in pieno spirito solidale, non si lasciano fermare dalle difficoltà, cosi grazie ad una serie di attività di promozione mirate, abbiamo ottenuto questi ottimi risultati che cercheremo di ripetere organizzando una serie di nuove importanti iniziative rivolte soprattutto al mondo dei giovani. I risultati conseguiti non sono solo numeri, perché non dimentichiamo che la nostra attività è rivolta al soddisfacimento di un fabbisogno primario e in costante aumento per la nostra cittadinanza, ovvero la disponibilità di sangue e plasma, indispensabili per la cura di patologie croniche, per affrontare le operazioni chirurgiche, le emergenze e per la produzione di farmaci salvavita, sangue che non è possibile produrre in laboratorio quindi senza la costanza di noi donatori il servizio sanitario si paralizzerebbe”.

Dopo l’approvazione del bilancio sono state delineate le attività in programma per il 2020: “Oltre a confermarci come sponsor etico delle squadre di basket di Porto Sant’Elpidio, che da sempre offrono l’opportunità di svolgere attività di sensibilizzazione tra gli atleti ed il pubblico, quest’anno la società Acquarium che gestisce la piscina comunale ha ospitato uno striscione promozionale di Avis Aido ed Admo sugli spalti della struttura rinnovata, oltre ad una convenzione con scontistica per i donatori. Si rafforza inoltre la collaborazione con le parrocchie grazie allo stretto impegno dei parroci”. A queste realtà sociali e sportive viene rivolto un sentito ringraziamento da parte del presidente Agolini che spiega inoltre: “Sono in previsione numerosi eventi per la cittadinanza visto che in questo 2020 celebreremo il 50esimo anniversario della nostra associazione comunale. Inoltre, come ogni anno restano confermati gli eventi a cui partecipiamo in stretta collaborazione con l’Admo, come l’ormai tradizionale Happy Admo Day. Tuttavia, la più grande soddisfazione è quelle legata alla imminente creazione di un gruppo giovani, composto da donatori al di sotto dei 25 anni, che si integreranno con il nostro direttivo per proporre e promuovere eventi volti alla sensibilizzazione dei loro coetanei, spesso difficili da coinvolgere ma che sono sicuro risponderanno con entusiasmo”.

Sul punto il presidente precisa: “Il gruppo giovani nasce da un’idea del nostro consiglio direttivo per sensibilizzare i ragazzi alla donazione di sangue e di midollo osseo. Per questo il gruppo sarà condiviso con Admo, perché ormai le nostre associazioni lavorano all’unisono ed è così che chi si avvicina alle nostre realtà deve percepirle: unite negli intenti. Concludo invitando i giovani che volessero unirsi al gruppo a contattarci e tutti i nostri donatori a condividere con i loro cari ed amici l’orgoglio ed il benessere che consegue al gesto del dono. Infatti, ogni azione di promozione è importante, ma nulla è più efficace e diretto del dare l’esempio con un gesto solidale e nobile, che i nostri associati compiono periodicamente per il prossimo”.
Per diventare donatori di sangue per la prima volta è necessario avere tra i 18 e i 60 anni, avere un peso corporeo superiore ai 50 kg ed essere riconosciuti idonei alla donazione dopo aver effettuato una visita medica ed esami del sangue gratuiti e prenotabili tramite i nostri contatti.
“Per rendere ancora più concreto il nostro invito – conclude Agolini – i contatti a cui rivolgersi per informazioni sono la nostra pagina Facebook, Avis Pse – Porto Sant’Elpidio, a cui si può inviare un messaggio, i numeri di telefono 3201196549 (anche WhatsApp), 3285940920, 0734253455 e 07346253456 oppure via mail ad avispse@virgilio.it”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X