facebook twitter rss

Schianto in A14, c’è un morto

TRAGICO INCIDENTE poco prima del casello di Civitanova in direzione sud tra un tir e un furgone
Print Friendly, PDF & Email

 

Il luogo dell’incidente (foto De Marco)

 

Terribile tamponamento tra un furgone Ducato e un camion in A14: un morto. L’incidente è avvenuto intorno alle 15 poco prima del casello di Civitanova, al km 259, direzione sud. 

Quando è scattato l’allarme sul posto sono arrivati vigili del fuoco di Civitanova, 118 e polizia autostradale della sottosezione di Porto San Giorgio. Gli operatori dell’emergenza hanno chiesto l’intervento dell’eliambulanza, mentre i vigili del fuoco hanno estratto dalle lamiere il conducente del Ducato.  Nonostante tutti i tentativi di rianimarlo, il cuore dell’uomo non si è più ripreso. Viaggiava con il figlio, che è stato ricoverato a Civitanova.  Traffico bloccato fra Loreto e Civitanova. 

“Verso le ore 14.50 un uomo di circa 70 anni residente a Belforte del Chienti alla guida di in autocarro leggero, stava percorrendo l’A14 in direzione Sud con a bordo il figlio di quasi 40 anni.
Giunto nei pressi del Km. 258+800 Sud, comune di Civitanova Marche, per cause in corso di accertamento da parte del personale della Sottosezione Polizia Stradale di Porto San Giorgio – la ricostruzione proprio della Polstrada – ha tamponato violentemente l’autoarticolato condotto da un uomo di circa 40 anni residente in provincia di Verona, che lo precedeva nella marcia.
A seguito del violento impatto, il 70enne ha riportato delle gravissime lesioni per le quali, nonostante i tentativi di rianimazione effettuati dal personale del 118, è deceduto poco dopo.
Sul luogo, oltre alle pattuglie della Sottosezione Polizia Stradale di Porto San Giorgio, sono intervenuti i vigili del fuoco di Civitanova Marche, il 118 di Porto Recanati, l’elisoccorso di Torrette e personale Società Autostrade.
Il traffico ha subìto blocchi e rallentamenti per consentire l’intervento dell’elicottero e per la pulizia della carreggiata”.

(foto Federico De Marco)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti