facebook twitter rss

Mazzaferro di CambiAmo Musica: “Subito misure straordinarie per aiutare le imprese”

MONTE URANO - La minoranza consiliare lancia le sue proposte:"E' il momento di fare squadra, a rischio uno sconquasso irreversibile per l'economia"
Print Friendly, PDF & Email

Anche a Monte Urano il tema coronavirus tiene banco e dall’opposizione arriva una proposta per misure straordinarie di sostegno alle imprese di fronte al drastico calo dei consumi. I consiglieri di CambiAmo Musica, guidati dal capogruppo Massimo Mazzaferro, hanno protocollato in Comune le loro proposte, prevedendo “un’onda lunga della crisi che colpirà ancor di più il comparto calzaturiero monturanese, è strettamente legato al territorio europeo e italiano, dopo aver già messo oggi in sofferenza i commercianti. In un momento così difficile, è compito dell’opposizione mettersi al fianco di tutte le famiglie pertanto le nostre proposte per un tavolo di lavoro condiviso con l’Amministrazione comunale”.

Si offre quindi massima collaborazione per adottare “misure straordinarie che consentano alle imprese di comprare tempo e rimanere in attività in attesa di interventi strutturali da parte del Governo. Chiediamo una riduzione delle imposte, la sospensione della tassa di occupazione di suolo pubblico per gli esercizi commerciali, mercatini e mercato; la sospensione delle imposte pubblicitarie per manifesti e volantini; la cancellazione delle rette al nido infanzia Arcobaleno e scuola paritaria Regina Margherita, in proporzione ai giorni di chiusura stabiliti
dall’ordinanza. Proponiamo inoltre l’istituzione di un albo comunale per social Manager e consulenti marketing, da
mettere a disposizione delle imprese a prezzi calmierati; uno sportello pubblico gratuito messo a disposizione delle associazioni di categoria come Confartigianato, Confcommercio e sindacati per consulenze ai cittadini”.

“In questo momento – conclude il capogruppo Mazzaferro – abbiamo necessitàdi fare squadra, ognuno per le proprie
competenze e responsabilità, per fronteggiare questo incubo che rischia di provare un irreversibile sconquasso economico per le imprese”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X