facebook twitter rss

Primo appuntamento con
#FermanaLive, i protagonisti canarini
sul web per i tifosi

SERIE C - Tante le domande giunte dai followers al direttore generale gialloblù Fabio Massimo Conti, on line durante la prima puntata del nuovo format canarino. Coronavirus, conclusione della stagione, il rinnovo di Neglia alcuni degli argomenti trattati
Print Friendly, PDF & Email

Un frame della diretta, in alto Roberto Cruciani dell’Ufficio Stampa canarino e dunque in basso il direttore generale, Fabio Massimo Conti. In sovraimpressione i messaggi giunti al dirigente fermano da parte dei followers

FERMO – Primo appuntamento con #FermanaLive.

Un nuovo format, dove le domande ai protagonisti del mondo gialloblù, vengono poste direttamente dai follower.

Ospite della prima puntata, il direttore generale, Fabio Massimo Conti. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni, sollecitate appunto dal web, per una puntata condotta da Roberto Cruciani, dell’ufficio stampa gialloblù.

“E’ un periodo complesso e difficile. Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime settimane. Attendiamo le decisioni delle varie istituzioni. Il calcio in questo momento deve passare in secondo piano, visto che stiamo affrontando una guerra contro un nemico invisibile”.

“La Serie A giustamente vuole ripartire anche perché la perdita economica sarebbe decisamente più grave – ha proseguito Conti -. Il calcio in Italia è la quarta voce del Pil. Non è un divertimento, e quindi bisogna affrontare quest’argomento con la massima serietà”.

“Tornando al momento che stiamo vivendo, si tratta di una crisi profonda – ha sottolineato il dirigente canarino -, dietro le società di calcio ci sono imprenditori ed imprese. E naturalmente loro per primi devono pensare alle loro realtà. Lo Stato, assieme agli organi sportivi, devono provare a cercare una nuova soluzione. Bisogna prima risolvere i problemi, anche perché non sappiamo ancora se riprenderemo questa stagione”.

Questa situazione può anche ricreare una partenza da zero; anche nel mondo del calcio. Gli argomenti della defiscalizzazione e del semiprofessionismo, tornano alla ribalta sempre più anche a causa del coronavirus. Sono argomenti importanti, anche perché le società hanno bisogno di aiuti. Bisogna rivedere l’intero sistema altrimenti si rischia di implodere”, le ulteriori affermazioni di Conti.

Settore giovanile? Ci sono stati diversi cambiamenti rispetto alla scorsa stagione. E’ stato fatto un grande lavoro da parte di Andrea Tubaldi, Gianluca De Angelis e tutti i componenti dello staff. Abbiamo ragazzi che giocano nelle rappresentative nazionali, e che fanno gola a tanti club di categoria superiore. Naturalmente dispiace per questo stop, anche perché molto probabilmente la stagione del settore giovanile potrebbe finire qui”.

Ragazzi con coronavirus? – la trattazione dell’argomento cardine – No, ci sono stati alcuni ragazzi che hanno avuto la febbre ma non si trattava di covid 19. Li abbiamo comunque tenuti sotto osservazione rispettando il protocollo. Utilizzo degli under al ritorno in campo? Adesso è troppo presto per parlarne in questo momento le priorità. Non neghiamo che si sta ragionando in varie direzioni, ma al momento sono discorsi prematuri assolutamente”.

Rinnovi per i giocatori in scadenza: in questa fase non ci stiamo concentrando su questo. Il nostro unico pensiero va ai ragazzi, anche perché sono rimasti tutti qui nelle Marche. I calciatori, grazie al lavoro dello staff tecnico, stanno seguendo allenamenti personalizzati ad hoc. Mentalmente è una situazione difficile anche perché non si sa ancora quando riprenderemo e se riprenderemo. La permanenza di Neglia anche nella prossima stagione sarebbe un sogno. E’ in prestito secco dal Bari, quindi a fine stagione tornerà in Puglia. E’ stata una situazione che siamo riusciti a portare a termine alla fine della scorsa sessione di mercato, in condizioni normali sarebbe comunque complesso riportarlo in gialloblù”.

“In questi giorni ho recuperato parecchie ore di sonno – sorride Conti in conclusione -. Nella tragedia, questa è una cosa sicuramente positiva. Comunque faccio le cose che fanno tutti, ossia leggo, guardo la tv, ecc. Speriamo finisca presto questa situazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti