facebook twitter rss

Venerdì della ‘misericordia’: l’Arcivescovo Pennacchio in preghiera per i defunti a cui non è stato possibile celebrare il funerale

FERMO - Alle ore 21.15 verrà trasmesso in diretta sul sito della Diocesi (www.fermodiocesi.it) - e contemporaneamente sulle frequenze di Radio Fermo 1 il 5° Quaresimale dell’Arcivescovo a porte chiuse dall’Episcopio.
Print Friendly, PDF & Email

Accogliendo l’invito della Chiesa italiana, oggi, alle 12, l’Arcivescovo di Fermo, monsignor Rocco Pennacchio, si è recato in visita privata al cimitero di Fermo. Qui si è raccolto in preghiera per tutte le persone defunte per le quali, in questa fase di emergenza sanitaria non è stato possibile celebrare il funerale o ricevere un segno di vicinanza e pietà. Ha chiesto al Signore consolazione per tutti coloro che sono nel pianto e nel dolore per la perdita dei loro cari e ha impetrato la grazia della perseveranza perché nel popolo di Dio si ravvivi la virtù della speranza.

Per favorire una più intensa comunione spirituale, l’Arcivescovo informa che questa sera alle 19.30 celebrerà la S. Messa – a porte chiuse – nella cappella dell’Episcopio, rinnovando l’affidamento al Signore di tutti i fratelli e di tutte le sorelle che hanno raggiunto la casa del Padre in questi giorni di epidemia.

Alle ore 18.00 Papa Francesco presiederà un momento di preghiera sul sagrato della Basilica di San Pietro, impartendo anche la benedizione Apostolica e concedendo l’indulgenza plenaria. La diretta sarà trasmessa anche dal sito della Diocesi, oltre che sul portale e la app  di Vatican News ( www.vaticannews.va ).

Alle ore 21.15 verrà trasmesso in diretta sul sito della Diocesi (www.fermodiocesi.it) – e contemporaneamente sulle frequenze di Radio Fermo 1 (101 MHz sul territorio fermano e maceratese; 93.8 per la fascia costiera; 88.9 per la valle dell’Aso, e anche sul web al link http://www.informazione.tv/it/radiofermouno/) – il 5° Quaresimale dell’Arcivescovo a porte chiuse dall’Episcopio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti