facebook twitter rss

“Idee di Di Virgilio specchio della sinistra:
casse pubbliche prima di famiglie e imprese”
le proposte di Marinangeli (Lega)

PORTO SAN GIORGIO - "Siamo consapevoli che stiamo vivendo una fase di emergenza sanitaria ed economica e tutti ci rendiamo conto quanto sia complicata la gestione di questa brutta e triste fase, ma ora occorrono lucidità e decisioni con effetti immediati a sostegno dei cittadini, altrimenti passeremo alla terza fase, quella del disagio sociale e a quel punto sarà tardi"
Print Friendly, PDF & Email

Marco Marinangeli

“Nella proposta del capogruppo pd Andrea di Virgilio, di sospendere il pagamento delle rate dei mutui del comune di Porto San Giorgio, c’è la sintesi evidente della mentalità di sinistra: prima le casse pubbliche poi eventualmente famiglie e imprese. La sospensione dei mutui genera sicuramente risorse ma nell’immediato dobbiamo essere pronti su come destinare queste somme”. E’ la replica del capogruppo della Lega in consiglio comunale, Marco Marinangeli, alle proposte dell’esponente dem.

“La priorità assoluta è sostenere famiglie e attività economiche della nostra città e – le proposte del capogruppo del Carroccio – la parola d’ordine è farlo velocemente con aiuti concreti. Chi aiutare?
Famiglie, anziani, persone diversamente abili, artigiani, balneari, ristoratori, baristi, albergatori, pescatori, commercianti, ambulanti, asili nido privati, partite Iva e coloro che in questa fase soffrono più di altri.
Cosa fare subito ? Sospensione, slittamento e successive riduzioni di tasse comunali come la tari tassa dei rifiuti per le utenze domestiche e commerciali, occupazione suolo pubblico, rette asili nido , diritti d’asta del mercato ittico.
Posticipare i piani di rateizzazione in essere su avvisi di accertamento e o avvisi bonari , prevedendo che le rate scadenti in questo periodo siano differite in coda al termine dei rispettivi piani di rateizzo, sospensione da parte dell’ente di tutte le attività di invio ed emissione di avvisi di pagamento ordinari e suppletivi , ingiunzioni di pagamento, atti di precetto, diffide ad adempiere, solleciti di pagamento.
Per gli anziani che vivono da soli che non hanno familiari vicini che possono aiutarli, intensificare il servizio di assistenza domiciliare anche per verificare il loro stato di salute.
Per i ragazzi diversamente abili, sostegno scolastico convertito in sostegno domiciliare.
Restituzione alle famiglie delle rette pagate per gli asili e per il trasporto scolastico non utilizzati causa chiusura scuole.
Prevedere un sostegno economico agli asili nido che seppur privati svolgono una funzione pubblica, a tale proposito ricordo che in città operano 3 strutture private che accolgono circa 70/80 bimbi da 0 a 3 anni. Se non prevederemo un sostegno, rischiamo che queste attività non riaprano e a quel punto il comune dovrà farsi carico di questi bimbi, con ulteriori risorse comunali.
Dove attingere risorse? Saranno sicuramente determinanti le scelte del governo centrale e della Regione Marche per recuperare fondi europei ma sarà altrettanto importante gestire in maniera responsabile e attenta le risorse che si generano all’interno delle casse comunali, pensiamo ad esempio alle economie di spesa , derivanti dalle utenze , da contributi versati per organizzazione ed eventi vari. Siamo consapevoli che stiamo vivendo una fase di emergenza sanitaria ed economica e tutti ci rendiamo conto quanto sia complicata la gestione di questa brutta e triste fase, ma ora occorre lucidità e decisioni con effetti immediati a sostegno dei cittadini, altrimenti passeremo alla terza fase, quella del disagio sociale e a quel punto sarà tardi.
Noi ci siamo, sempre pronti a collaborare per portare il nostro modestissimo contributo per contribuire ad uscire da questa bruttissima esperienza.
Abbiamo dato nei giorni scorsi la nostra disponibilità al presidente del consiglio comunale a fare commissioni e consigli comunali on line.
Muoviamoci velocemente e facciamolo tutti insieme. Noi ci siamo, sempre pronti a collaborare per portare il nostro modestissimo contributo per contribuire ad uscire da questa bruttissima esperienza. Abbiamo dato nei giorni scorsi la nostra disponibilità al presidente del consiglio comunale a fare commissioni e consigli comunali on line. Muoviamoci velocemente e facciamolo tutti insieme”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti