fbpx
Giovanni Lanciotti Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

I messaggi di speranza dall’Avis provinciale: il plasma per combattere il virus e gli auguri ai donatori

FERMO - Con gli auguri per una serena Pasqua, arriva anche un messaggio di speranza dall’Avis provinciale: partirà a fine aprile la fase di sperimentazione della trasfusione del plasma come trattamento per combattere l’infezione da coronavirus. Tra i tre punti delle Marche anche il centro trasfusionale di Fermo.
Print Friendly, PDF & Email

Foto di archivio

 

Arrivano puntuali, come sempre, gli auguri pasquali ai donatori da parte della presidenza dell’Avis provinciale di Fermo: “In un momento così difficile, gli associati hanno risposto con estrema generosità continuando a donare. Nonostante un primo periodo di destabilizzazione, siamo riusciti a coprire il fabbisogno di sangue e anche ad essere di supporto al personale sanitario dell’ospedale Murri attraverso la donazione di dispositivi di protezione”. E’ la nota dell’Avis del Fermano.

Data l’emergenza, la consegna è avvenuta direttamente nelle mani del personale medico e paramedico della rianimazione e del reparto malattie infettive ma parte del materiale è stato destinato anche al centro trasfusionale del Murri.

Un gesto di solidarietà – ha tenuto a sottolineare il vice presidente dell’Avis provinciale, Giovanni Lanciotti – coordinato dall’Avis provinciale ma con il contributo fondamentale ed importante di tutte le sezioni comunali del Fermano, senza le quali non si sarebbe potuto procedere. A tal proposito voglio ringraziare ciascun donatore delle singole associazioni comunali e, con l’occasione, voglio augurare a tutti loro e alle famiglie una serena Pasqua con un messaggio di speranza per il futuro.”.

Il lavoro dei volontari non si ferma e diventa, anzi, ancor più rilevante. Partirà, infatti, intorno al 20 aprile prossimo, la fase di sperimentazione della trasfusione del plasma come trattamento per combattere l’infezione da Coronavirus. Nelle Marche saranno tre i centri che potranno dare il via alla sperimentazione grazie alla dotazione di particolari macchinari presenti nei centri trasfusionali: oltre a Pesaro e Ancona, anche Fermo.

ARTICOLI CORRELATI

Il concreto aiuto dell’Avis provinciale di Fermo all’ospedale Murri: donati i dispositivi di protezione individuale

L’Avis rassicura i donatori: “Centri di raccolta sangue sicuri e protetti”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X