facebook twitter rss

Mascherine donate ma bloccate?
Il direttore dell’Agenzia delle Dogane
le porta in città, Stacchietti: “Gesto di umanità”

PORTO SANT'ELPIDIO - "Le 2.500 mascherine donate da Pierluigi Pastocchi e Antonio Postacchini erano bloccate senza apparente motivo all'aeroporto di Bologna". A caricarsele in auto e consegnarle alla Protezione civile elpidiense è stato il direttore dell'Agenzia delle Dogane, Franco Letrari
Print Friendly, PDF & Email

“A buon fine la consegna delle mascherine donate”. E’ quanto raccontano dal comune di Porto Sant’Elpidio per una storia di donazioni e umanità, con il lieto fine.

Nella giornata di sabato sono giunte presso la sede di protezione civile 2.500 mascherine donate da Pierluigi Pastocchi e Antonio Postacchini, e provenienti dalla Cina. Nei giorni scorsi si era sottolineata la delusione di chi aveva compiuto tale gesto di generosità perché questi dispositivi di protezione individuale, nonostante fossero da tempo stati spediti, senza apparenti motivi, rimanevano bloccati all’aeroporto di Bologna. La mattina del Sabato Santo la Protezione Civile regionale ha organizzato una call con il vicesindaco, Daniele Stacchietti, e l’agenzia delle dogane, al fine di risolvere definitivamente i problemi di consegna.

In quell’occasione il dottor Franco Letrari, direttore interregionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – rimarcano dal Comune – con un grande gesto di umanità e solidarietà che va oltre i ruoli istituzionali, si è sostituito al vettore e, preso il pacco, si è messo alla guida consegnando personalmente le mascherine il giorno stesso, alle 19 della sera, presso la sede della Protezione civile”.

“È stato davvero un grande segnale di umanità e sensibilità da parte del dottor Letrari – ha detto il vicesindaco Daniele Stacchietti – il quale di fronte alla generosità di alcuni concittadini ha voluto andare oltre il proprio ruolo istituzionale e si è fatto carico del disbrigo delle carte e personalmente ha provveduto alla consegna. È un chiaro esempio, questo come tanti, di come le istituzioni non siano qualcosa di lontano, ma uomini che, come noi, ogni giorno tentano di fornire risposte ai bisogni della collettività”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti