facebook twitter rss

La giunta Mancini approva lo schema
di bilancio di previsione: “Creato un fondo
per emergenza socio-economica”

I servizi a domanda individuale per il sesto anno consecutivo non sono stati aumentati. La Tari e stata posticipata in autunno con la prima rata prevista per il mese di settembre.
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Ediana Mancini

“Approvato lo schema del bilancio di previsione con la creazione di un fondo di 250 mila euro per l’emergenza socio-economico”. E’ quanto fanno sapere dall’amministrazione Mancini prima di passare al dettaglio del documento economico.

“Nella seduta di giunta di oggi è stato approvato lo schema del bilancio di previsione che, entro il mese di maggio, sarà portato all’approvazione del consiglio comunale. Il risultato sicuramente più importante è quello della creazione di un fondo per l’emergenza sociale ed economica pari a 250.000 euro, frutto – spiegano dalla giunta Mancini – dei risparmi conseguiti in tutti i settori e del notevole contributo dato da tutti i membri dell’amministrazione e dai responsabili dei diversi servizi, proprio per conseguire delle economie da poter poi distribuire alla popolazione ed agli operatori economici in questo delicatissimo periodo. Facendo economie per le manifestazioni, dai contributi vari, oltre che da alcuni risparmi in servizi momentaneamente sospesi per oggettiva impossibilità, si è così giunti ad una somma molto significativa. A livello prudenziale sono stati accantonati ben 138.000 euro per aumentare il fondo crediti di dubbia esigibilità, proprio per il rischio di un minor gettito delle entrate. I servizi a domanda individuale per il sesto anno consecutivo non sono stati aumentati. La Tari e stata posticipata in autunno con la prima rata prevista per il mese di settembre.

Per quanto riguarda i servizi scolastici interrotti, l’amministrazione comunale procederà con il rimborso della quota di un terzo del prezzo dell’abbonamento per i trasporti, al rimborso totale dei buoni mensa non utilizzati dai ragazzi frequentanti la V Elementare, mentre per i bambini della materna e delle altre classi delle elementari, essendo possibile l’utilizzo per il prossimo anno scolastico, si attenderà il prossimo mese di settembre. Se in base alle nuove disposizioni il servizio mensa riprenderà regolarmente, gli stessi si potranno utilizzare, altrimenti entro il mese di ottobre si procederà al rimborso dei buoni mensa rimasti in possesso delle famiglie. Intanto, in bilancio le risorse necessarie sono già state previste. Ci sarà il giusto rimborso per quanto riguarda l’asilo nido le rette di marzo ed aprile non sono state versate e per le 3 famiglie che avevano pagato anticipatamente il mese di marzo. La prossima settimana, infine, si avvierà il confronto con i rappresentanti della minoranza consiliare, per discutere i criteri da seguire per la destinazione del fondo per l’emergenza sociale ed economica, con l’auspicio della miglior condivisione possibile a favore dei montegranaresi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti