facebook twitter rss

Nuovo appello delle apicoltrici derubate:
“Se avete visto qualcosa aiutateci”

FERMO/PORTO SAN GIORGIO - E’ di pochi giorni fa la notizia del furto di ben 25 alveari di api in contrada Alberelli, lungo la strada che da Capodarco di Fermo scende in zona San Marco alle Paludi. Non si arrendono le titolari apicoltrici, Gessica e Manila Baglioni, che rivolgono di nuovo una richiesta di aiuto.
Print Friendly, PDF & Email

di Nunzia Eleuteri

“Non ci diamo per vinte e continuiamo a chiedere aiuto; chiunque abbia visto qualcosa o qualcuno, soprattutto chi vive in campagna e ha notato qualcosa di diverso, si faccia sentire. Le arnie sono tutte facilmente riconoscibili, sono colorate, numerate e si presentano senza il tetto che i ladri hanno lasciato in campagna.”. Inizia così l’accorato appello delle due apicoltrici che dal papà, Lino Baglioni, hanno ereditato l’attività e la passione: “Potreste esserci d’aiuto – continuano – perché il posto dove tenevamo le api non è facilmente raggiungibile; non si trova lungo una strada principale e non è in una zona di passaggio, quindi qualcuno è andato lì di proposito, conoscendo ciò che avrebbe trovato”.

arnie

Le due titolari, Gessica e Manila, non si danno pace, perché la delusione è grande. All’appello si aggiungono le belle parole rivolte da una giovane mamma a Gessica, maestra di asilo nido che ultimamente condivideva con i bambini questa bella esperienza, mandando loro video e foto delle api: “Quando qualcuno compie un furto probabilmente non pensa a cosa possa esserci dietro a ciò di cui si è appropriato – scrive la mamma – cosa possa significare, ad esempio, una semplice cassetta di legno; non può capire cosa sia il sudore di una persona, il suo tempo, le sue giornate dedicate alla cura. E non può capire la felicità rubata a tanti bimbi che in un momento così duro potevano scoprire il mondo sorridendo proprio grazie a quelle api… le api della loro maestra”.

Poi l’appello delle apicoltrici a chi ha compiuto il gesto: “Se stai leggendo, sappi che hai commesso un furto molto molto molto più grande di quello che tu possa anche solo riuscire ad immaginare! Non hai rubato solo arnie ma un lavoro e anche la gioia di tanti bimbi”.

Infine i ringraziamenti di Manila e Gessica Baglioni “al sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, e di Porto San Giorgio, Nicola Loira, per il supporto e i preziosi consigli e un ringraziamento al comandante dei carabinieri di Porto San Giorgio che si sta occupando del fatto. Grazie di cuore anche a tutte le persone che hanno letto l’articolo che ha avuto più di dodicimila visualizzazioni, e alle centinaia di condivisioni su Facebook. Grazie all’affetto, ai messaggi e alle telefonate per farci sentire la vostra vicinanza. Vi preghiamo di fare un ultimo sforzo; continuate a condividere l’articolo e il nostro appello, perché noi non ci daremo per vinte; nostro padre, oltre ad amare questo mestiere, ci sta insegnando a non arrenderci e a credere con amore che tutto si sistemerà”.

Lino Baglioni e le sue api

 

Rubati nella notte 25 alveari, l’appello delle apicoltrici: “Aiutateci a ritrovarli”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti