facebook twitter rss

Balneari e Comune a confronto:
sul tavolo spiagge libere,
tasse e pulizia dell’arenile

PORTO SAN GIORGIO - Dal Comune: "Il sindaco, nel garantire il proprio fattivo impegno sui temi della politica tributaria e la ridefinizione degli spazi, ha sposato la necessità di conoscere quanto prima elementi concreti su cui programmare il prossimo confronto"
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Loira

Prosegue la serie di incontri dell’Amministrazione comunale con le categorie per programmare gli aspetti salienti dalla ripresa post pandemia. Ieri mattina si è tenuto il confronto con gli operatori balneari.

“Il sindaco Nicola Loira, collegato in videoconferenza insieme all’assessore al Turismo Elisabetta Baldassarri – il report fornito dall’amministrazione comunale con una nota stampa – si è confrontato con la categoria alla prese con una stagione da ridefinire e l’attesa di conoscere i nuovi parametri della seconda fase. Il primo cittadino ha condiviso il disagio degli operatori (oltre 25 collegati assieme al vice presidente Sib Romano Montagnoli e a Maria Teresa Scriboni della Confcommercio) al momento collocati in uno stato di incertezza incompatibile con la loro attività d’impresa.

Il sindaco, nel garantire loro il proprio fattivo impegno sui temi della politica tributaria e la ridefinizione degli spazi, ha sposato la necessità di conoscere quanto prima elementi concreti su cui programmare il prossimo confronto.

Alcuni rappresentanti hanno chiesto la possibilità di usufruire della spiaggia libera, limitati metri quadrati adiacenti alle strutture per poter rispettare i parametri del distanziamento. Il sindaco si è detto favorevole senza che ciò tolga spazi alla libera e gratuita fruizione dei cittadini. Preoccupa, al momento, la non conoscenza delle linee guida della gestione delle aree pubbliche e in concessione.

All’Anci e all’assessore regionale Moreno Pieroni Loira ha espresso la necessità che le attese disposizioni siano sostenibili per gli operatori. Dopo lo stop forzato della prima fase sono ripartite le operazioni di pulizia dell’arenile: il sindaco inoltre ha assicurato che, per la riapertura gli spazi, saranno pronti.

L’occasione è stata anche utile per uno scambio di informazioni sulle attuali facoltà permesse alle attività, dall’asporto degli alimenti a quello che si potrà fare a partire dal mese prossimo. I balneari hanno chiesto anche la sospensione dell’ordinanza ‘plastic free’: pur condividendone il merito la ritengono oggi un’ulteriore difficoltà per la propria attività. Il sindaco si è riservato di approfondire la questione assieme all’assessore all’Ambiente Silvestrini che ne aveva promosso l’iniziativa. Le parti si confronteranno di nuovo nei prossimi giorni, non appena il Governo e la Regione si esprimeranno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti