fbpx
facebook twitter rss

Protezione civile e Sgds,
patto per l’emergenza
Al via il pronto intervento h24

PORTO SAN GIORGIO - Patto tra La Sgds Multiservizi e la Protezione civile comunale. Presentato in mattina il progetto che ha visto anche l'intervento di Guido Bertolaso, consulente della Regione Marche in materia di emergenza Covid 19.
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Lusek

di Sandro Renzi

Patto tra la Sgds e la Protezione civile comunale per la gestione delle emergenze. Oggi l’annuncio in videoconferenza, alla quale ha preso parte anche Guido Bertolaso, consulente della regione Marche nella gestione dell’emergenza Covid19. Obiettivo, mettere a disposizione il patrimonio umano ed i mezzi della società partecipata in caso di necessità. “Si tratta di un programma di primo intervento -spiega Renzo Interlenghi, amministratore unico della San Giorgio Multiservizi- messo in piedi insieme al nostro consulente, Francesco Lusek, per fare fronte a situazioni anche contestuali di emergenze differenti”. Porto San Giorgio avrà quindi uno strumento in più molto importante. “Iniziativa lodevole -ha aggiunto il sindaco Nicola Loira- uno scatto in più in termini di organizzazione ed efficienza. Gestiremo dalle calamità più gravi a situazioni di emergenza più ordinarie come potrebbe essere un allagamento”. Sindaco che ha spinto per il progetto partendo dal presupposto che la città avesse bisogno di una gestione più radicata a supporto dei volontari della locale Protezione civile “che fanno un lavoro egregio sul territorio”.

Renzo Interlenghi

Spetta a Francesco Lusek entrare nel merito della iniziativa. “L’azienda municipalizzata può rispondere alle criticità con un servizio di pronto intervento h24, a maggior ragione quando si sovrappongono le emergenze”. Lusek parla di moltiplicatore delle forze definendo il suo ruolo a supporto della Protezione civile. Si parte con un piano di investimenti ed organizzativo, rivolgendo un occhio di riguardo alla formazione. Un valore aggiunto che non andrà a pestare i piedi a nessuno.  “C’è molto di innovativo in questo progetto del Comune di Porto San Giorgio – ha detto Guido Bertolaso- una sfida importante per la città. Il fattore umano sarà quello decisivo per garantire una disponibilità h24, grossa responsabilità quella che si prendono Sgds, Protezione civile, tecnici. In una situazione come quella di oggi ,in Italia, in cui emerge la necessità di avere competenze quando si parla di emergenza, questa iniziativa va nella strada giusta, quella di dare risposte e saper intervenire per la gestione dei problemi. E’ una delle prime iniziative e potreste essere presi come punto di riferimento”.  E’ stata poi la volta del coordinatore della Protezione civile sangiorgese, Luciano Pazzi che ha rimarcato come “il tema della formazione del personale è fondamentale  potendo contare su circa 25 volontari”.  Il primo step sarà di quattro mesi. I numeri per concludere. “Abbiamo 30 unità -dice Marco Ceccarani, direttore della Sgds Multiservizi- ma nella fase iniziale si procederà per passi. Parte dei dipendenti si libererà a regime con l’ingresso delle isole informatizzate”.

 

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X