facebook twitter rss

Lega: “No a un piano sociale
che non dà risposte vere al territorio”

SOCIALE - I consiglieri regionali del Carroccio: "Noi non ci stiamo, sono state messe per iscritto tante belle parole che non hanno una rispondenza a livello concreto, e questo non siamo solo noi della Lega a dirlo ma sono soprattutto gli stessi cittadini, che in questa particolare situazione di emergenza, chiedono risposte vere ai problemi che di giorno in giorno tendono a farsi più grandi anche perché risposte concrete dalla Regione non arrivano"
Print Friendly, PDF & Email


“Ieri in seduta di Consiglio regionale tutti i consiglieri della Lega Marche hanno espresso voto contrario all’approvazione della proposta di atto amministrativo sul Piano Sociale Regionale 2020/2022. Tale proposta risulta essere vuota di contenuti in quanto non sviluppa gli obiettivi che un piano sociale deve necessariamente avere.
Stiamo parlando di un Piano sociale regionale che dovrebbe soprattutto in questi tempi, definire un welfare territoriale rivolto alla salute di tutti i cittadini marchigiani, attuando una rete di aiuti concreti”. Così il capogruppo del Carroccio in assise regionale, Sandro Zaffiri, con una nota stampa.
“La Lega – chiarisce il capogruppo – vuole dar voce a tutti quei cittadini che pongono alle istituzioni domande reali alle quali si ha il dovere di dare risposte concrete”.

“Viviamo in una Regione che non ha compreso questo senso di responsabilità verso i cittadini e tende a delegare i problemi più gravi ai Comuni, lasciandoli per giunta senza strumenti proporzionati al reale fabbisogno – dichiara il consigliere Marzia Malaigia – I Comuni, quindi, non riescono nemmeno ad aiutare le situazioni più fragili, quelle di famiglie dove siano presenti condizioni di disabilità e/o non autosufficienza, che hanno diritto e maggior bisogno di essere aiutate dalle istituzioni soprattutto in tempi di emergenza, e che invece proprio in questo periodo di lock down si sono viste sospendere anche dei servizi indispensabili”.
Siamo dunque di fronte ad un piano che non andava bene già in passato, ripreso e modificato alla buona per poi essere ripresentato per la votazione ma questo modo di procedere non va bene – affermano a gran voce tutti i consiglieri della Lega, Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia, Luigi Zura Puntaroni e Mirco Carloni – Noi non ci stiamo, sono state messe per iscritto tante belle parole che non hanno una rispondenza a livello concreto, e questo non siamo solo noi della Lega a dirlo ma sono soprattutto gli stessi cittadini, che in questa particolare situazione di emergenza, chiedono risposte vere ai problemi che di giorno in giorno tendono a farsi più grandi anche perché risposte concrete dalla Regione non arrivano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti