fbpx
facebook twitter rss

Dalla rapina alle truffe sulle scarpe
e su un monolocale in Galles:
un arresto e tre denunce

FERMANO - In azione i carabinieri di Sant'Elpidio a Mare, Montegranaro e Fermo. Quattro persone nei guai
Print Friendly, PDF & Email

Un arresto e tre denunce. Questo il report dei carabinieri della compagnia di Fermo in merito alle ultime operazioni ed indagini portate a termine dai militari delle stazioni di Sant’Elpidio a Mare, Montegranaro e Fermo. Ma andiamo ai fatti, partendo dall’arresto.

“I carabinieri della stazione di Sant’Elpidio a Mare – spiegano dalla compagnia dell’Arma di Fermo – hanno arrestato un italiano di circa anni 50 pluripregiudicato, tossicodipendente essendo stato condannato alla pena definitiva di anni 3 per i reati di rapina aggravata e furto, commessi del 2015 al 2018 nelle province di Fermo, Ascoli Piceno e Macerata. Nel corso della perquisizione  è stata anche rinvenuta sostanza stupefacente del tipo eroina per un peso di 0,20 grammi. Per tale fatto l’uomo è stato segnalato amministrativamente alla prefettura di Fermo. L’uomo è stato associato alla casa circondariale di Fermo”.

Dall’arresto alle tre denunce. “I carabinieri della stazione di Montegranaro, invece, a conclusione di un’attività investigativa, a seguito della denuncia presentata da un titolare di un noto calzaturificio del luogo – aggiungono dalla compagnia dei carabinieri – hanno denunciato un campano, il quale con artifizi e raggiri si è fatto consegnare complessivamente 210 paia di scarpe per un valore complessivo di 17.000 euro, pagando con un assegno risultato oggetto di furto. La difficoltà delle investigazioni è stata resa dal fatto che l’uomo ha dato delle false generalità al titolare del calzaturificio. Solo dopo accurate indagine l’uomo è stato identificato e denunciato per i reati di truffa, sostituzione di persona e ricettazione.
E infine i carabinieri della stazione di Fermo hanno denunciato due persone per il reato di truffa. Uno per aver simulato la vendita di un monolocale in Galles e con artifizi e raggiri si è fatto accreditare la somma contante di 52.000 euro circa, senza mandare a buon fine la vendita, e un altro per aver incassato la somma di euro 280 euro per la vendita tramite un sito internet di un gruppo termico, mai consegnato”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X