fbpx
facebook twitter rss

ONDATA DI MALTEMPO
Violenta grandinata, allagamenti
e fiumi di fango nel Fermano:
danni, paure e sos nella notte (Le Foto)

FERMANO - Nottata di paure, sos e timori per molti residenti nel Fermano. Una violenta grandinata si è abbattuta nell'entroterra da poco dopo la mezzanotte. Sulla costa allagamenti e fiumi di fango ad invadere scantinati, garage e piani terra delle abitazioni
Print Friendly, PDF & Email

(foto gentilmente concessa da Giuly Tirabassi)

di redazione CF

Violenta ondata di maltempo quella che si è abbattuta da dopo la mezzanotte nel Fermano. E le richieste di soccorso non si sono fatte attendere. Da dopo la mezzanotte, si diceva, infatti il centralino dei vigili del fuoco ha ricevuto richieste di intervento a raffica per l’ondata di maltempo abbattutasi in più punti, con diversa intensità del Fermano. Nell’entroterra chiamate soprattutto per una violenta grandinata che ha bersagliato i territori tra Montegiorgio, Montelparo, Monteleone di Fermo, Monsampietro Morico fino a Belmonte. E giù danni su danni con i vigili del fuoco chiamati a più riprese per cercare di arginare l’arginabile, liberare le strade anche da decine di rami e alberi spezzatisi e abbattutisi sull’asfalto. Fortunatamente nessuna conseguenza per automobilisti e passanti, anche grazie all’ora, notturna, di massima intensità del maltempo. Ma danneggiati diversi tetti, tettoie e coperture. Vigili del fuoco e carabinieri chiamati a intervenire anche per alcune auto rimaste impantanate. Ma fortunatamente, anche in questo caso, senza alcuna conseguenza per le persone che si trovavano al volante.

Dall’entroterra alla costa dove in più punti si sono registrati allagamenti e fiumi di fango scesi dalla collina. In questo caso ‘epicentro’ del problema la statale Adriatica di Porto San Giorgio. Dalla collina che delimita il territorio comunale della città costiera, infatti, è colato un fiume di melma che ha invaso la statale Adriatica fino a raggiungere i piani interrati, le cantine e i piani terra delle abitazioni lungo la ss16. E anche in questo caso chiamate ai vigili del fuoco per cercare di arginare il fiume di melma e rimuovere con le pompe idrovore il fango che si è insinuato dappertutto. E la paura dei residenti torna a farsi sentire: “Ci sembra di rivivere gli allagamenti del 2014 – raccontano alcuni residenti lungo la statale, zona sud di Porto San Giorgio – da via Michelangelo, via Tevere, è colato giù un fiume di fango. Siamo estenuati. Chi di dovere prenda subito dei provvedimenti partendo dal contenimento della collina che sovrasta le nostre abitazioni. Non possiamo vivere nella paura ogni volta che piove, con l’ansia di dover chiamare i soccorsi prima che sia troppo tardi”, il grido disperato dei residenti. Allagamenti e fango ad invadere anche diverse vie del centro di Porto San Giorgio e la strada Fermana che dalla costa conduce al capoluogo di provincia con la Polizia locale che ha provveduto a chiudere la strada Panoramica. Intorno alle 6 il meteo ha allentato la morsa. Ma attenzione egualmente. Sì perché sulle strade del Fermano, in attesa della pulizia, sono rimasti tappeti di foglie, rami spezzati e fango. E chi nelle prime ore del giorno è chiamato a salire (in auto e mettersi al volante, presti la massima attenzione, come raccomandano le forze dell’ordine e i vigili del fuoco che in mattinata hanno già programmato ulteriori interventi e sopralluoghi. Dopo l’ondata di maltempo di questa notte, ora infatti è il momento della conta dei danni.

“I vigili del fuoco sono stati impegnati nella notte – il report ufficiale degli stessi vigili del fuoco – per numerosi interventi a causa della forte grandinata che ha colpito le zone interne delle provincie di Macerata e Fermo. Le richieste di intervento sono state soprattutto per danni a lucernari e tetti di abitazioni, soccorso ad automobilisti per grandine e fango su strade e alberi e rami caduti sulla sede stradale. Alle ore 8 risultavano effettuati 25 interventi nella provincia di Macerata e 20 nella provincia di Fermo. Una decina gli interventi effettuati per rami e alberi caduti, grondaie e camini pericolanti e alcuni prosciugamenti di locali interrati nella provincia di Fermo“.

Molto consistenti i danni riscontrati nel comparto agroalimentare. Tra il materiale pubblicato in queste ore in rete a colpire è soprattutto il video postato da Nico Speranza, titolare di un’azienda agricola a Monsampietro Morico. “Dieci minuti di grandinata impressionante che ha praticamente compromesso tutto” ha affermato mentre mostrava in diretta il suo vigneto distrutto, prima di salutare i suoi amici con un eloquente “ci dedicheremo a qualcos’altro” che fa capire come la sua produzione di vino quest’anno subirà un contraccolpo significativo.

QUI MONTEGIORGIO

QUI PORTO SAN GIORGIO

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

(foto gentilmente concessa da Fabio Senzacqua)

QUI MONSAMPIETRO MORICO

QUI MONTELPARO

QUI MONTELEONE DI FERMO

 

Smottamenti dalla collina, il fango invade Porto San Giorgio Loira furioso: “Disastro, danni ingenti”

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X