fbpx
Giovanni Lanciotti Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

Usa l’auto come ariete, irrompe nel bar
e fugge con la ‘cambiamonete’:
caccia al bandito solitario (Le Foto)

SANT'ELPIDIO A MARE - I banditi, dopo aver fatto irruzione nel bar Kico di Castellano, hanno preso di mira la macchina cambiamonete. Indagini serrate da parte dei carabinieri della compagnia di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

 

di Giorgio Fedeli e Pierpaolo Pierleoni

Usa l’auto, una Focus di colore scuro risultata poi rubata, come ariete, ci sfonda la serranda del bar Kico di Castellano, a Sant’Elpidio a Mare. E una volta dentro, assalta la macchina cambiamonete, anzi la carica direttamente, di peso,  e fugge. Furto con spaccata, questa notte, intorno alle 3, al bar di Enrico Santandrea. A fare l’amara scoperta i titolari che hanno subito lanciato l’allarme.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Fermo che hanno immediatamente fatto scattare la caccia al malvivente. E’ stato un bandito solitario ad assaltare il locale, fuggendo poi a bordo della stessa auto usata per aprirsi un varco. La Ford Focus è poi risultata rubata, probabile che il ladro se ne sia disfatto poco dopo, fuggendo a bordo di un altro veicolo. In mano ai militari dell’Arma anche delle immagini di videosorveglianza che potrebbero fornire dettagli utili alle ricerche.

Ancorada quantificare il bottino ma si parla di diverse migliaia di euro in monete. Il bar si trova in pieno centro abitato e il fragore provocato dalla spaccata ha fatto sobbalzare dal letto non pochi residenti. Alcuni di loro si sono anche affacciati alle finestre ed hanno gridato contro il bandito, che però, in modo minaccioso, ha avvicinato la mano alle tasche come per estrarre un’arma. Un gesto che ha comprensibilmente destato spavento. I testimoni hanno descritto un uomo di stazza robusta, anche perchè è servita una forza fisica non comune per staccare e portar via di peso la macchina cambiamonete con tutto il suo contenuto.

Ricostruendo i minuti dell’assalto, i carabinieri hanno buoni motivi per pensare che il bandito fosse lì appostato da un pò, in attesa di entrare in azione. Il suo raid, infatti, è scattato solo una decina di minuti dopo la chiusura del bar, avvenuta intorno alle 3 del mattino. Saranno comunque gli investigatori dell’Arma a fare luce sull’accaduto cercando di dare nel minor tempo possibile un nome e un volto al malvivente. Per il titolare del bar Kiko rimane l’amara conta dei danni, per diverse migliaia di euro. L’auto adoperata come ariete ha sventrato sia la serranda che le porte a vetri, tutto l’ingresso è stato praticamente distrutto, danneggiati anche sedie e tavoli all’interno.

Al vaglio dei carabinieri anche la possibile correlazione con un episodio simile, sempre nella notte, a Monte San Giusto. Nel Comune del Maceratese, infatti, tra le 2 e le 3 un uomo ha rubato un’auto in una officina poi con la vettura, una Ford Focus, appunto, ha raggiunto un bar di Villa San Filippo dove ha messo a segno un furto. Per prima cosa, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Macerata e di quella di Fermo, che conducono le indagini, l’uomo ha preso una Ford Focus da Officine 21 di Monte San Giusto. Con l’auto si è spostato al bar San Filippo e lì ha usato un mattone per sfondare una vetrata ed entrare. In pochi minuti ha preso il cassetto della cassa ed è fuggito. Direzione costa. Il malvivente a bordo della Focus rubata avrebbe raggiunto il bar Kico.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X