facebook twitter rss

Taglio del nastro per la sede
elpidiense di FdI, Putzu: “Si compie
un percorso iniziato 7 anni fa”

PORTO SANT'ELPIDIO - "Eravamo in pochi, siamo cresciuti tanto, molte persone di valore sono entrate nel nostro partito mettendo a disposizione capacità ed esperienza. Vorrei vedere una Regione nuova, una sanità governata solo dal merito e non dalle logiche politiche"
Print Friendly, PDF & Email

Presentazione, ieri pomeriggio a Porto Sant’Elpidio, per l’inaugurazione della sede di Fratelli d’Italia in corso Umberto I. Un incontro al quale non è voluto mancare il candidato governatore del centrodestra Francesco Acquaroli.E’ toccato a David Gentili, da pochi giorni nominato coordinatore comunale del partito, aprire l’incontro:”Ringrazio Fratelli d’Italia per avermi affidato questa responsabilità in un momento importante. In questa sede voglio chiedere al prossimo presidente della Regione un impegno forte per risolvere il male assoluto di questa città, l’erosione costiera”.

Il coordinatore provinciale di Fdi, Andrea Balestrieri, evidenzia «la numerosa presenza di amministratori e dirigenti del Fermano e delle altre province, un segnale evidente dello spirito coeso con cui siamo pronti ad affrontare questa campagna elettorale per le Marche. Ci attende fino al 20 settembre una battaglia impegnativa per affermare i nostri valori e la nostra idea di buon governo della Regione”.

“Vedo in questa sede – le parole del capogruppo FdI a Porto Sant’Elpidio, Giorgio Marcotulli – lo spazio di chiunque creda nell’importanza dell’impegno civico e politico per il proprio territorio. Ricordo sin dai primi passi mossi in politica, nel 2013, la vicinanza, l’umiltà e la disponibilità al confronto ed all’ascolto di Francesco Acquaroli, che oggi tutti vogliamo spingere alla presidenza delle Marche”.

Il responsabile nazionale piccoli Comuni di Fratelli d’Italia, Andrea Putzu, vede:“Compiersi un percorso iniziato 7 anni fa, quando nacque Fratelli d’Italia e mi candidai sindaco della mia città. Eravamo in pochi, siamo cresciuti tanto, molte persone di valore sono entrate nel nostro partito mettendo a disposizione capacità ed esperienza. Vorrei vedere una Regione nuova, una sanità governata solo dal merito e non dalle logiche politiche. Fratelli d’Italia si propone con determinazione come forza di governo, con un candidato presidente che ama profondamente la sua terra. Sogno una Porto Sant’Elpidio in cui il nostro partito sia motore trainante del centrodestra”.
ttembre, dobbiamo essere propositivi, Noi ci proponiamo come forza di governo ed è bello che sarà presidente una persona che ama profondamente le Marche. Voglio che in questa città Porto Sant’Elpidio sia primo partito del centrodestra»

La capogruppo di Fdi in Regione, Elena Leonardi, sottolinea come “la pandemia abbia ha evidenziato quanto sia sbagliato il progetto dei grandi ospedali unici provinciali, che ha portato a tagliare servizi essenziali e strutture sanitarie. Viviamo una Regione che lamenta ancora troppe arretratezze a livello infrastrutturale, unite ad una crisi del lavoro, dell’impresa, del commercio. C’è bisogno di competenza e di una nuova visione delle Marche. Noi non illuderemo nessuno con le promesse, ma ci impegniamo con forza ad una progettualità ambiziosa e concreta”.

A chiudere l’inaugurazione, il candidato governatore Francesco Acquaroli. “Aprire una sede nuova significa credere nella politica ed in una rinnovata speranza. I partiti sono strumento di democrazia.  La sfida che ci attende fa tremare i polsi. Attraversiamo una grave crisi economica, politica e sanitaria. Anche in un momento particolare serve trovare risposte, dalle infrastrutture alla sanità al rilancio economico ad una ricostruzione che tarda persino nei suoi aspetti più essenziali. E’ una sfida decisiva. Ci aspetta un bivio: 5 anni fa si archiviava un decennio di centrosinistra additando sul governatore Spacca tutti i mali. Oggi assistiamo di fatto alla stessa situazione. Si archivia Ceriscioli illudendo che tutto cambi. Ma la verità è che una politica asservita agli interessi dei partiti non è mai in grado di affrontare priorità ed esprimere una visione. Questo è ciò che è successo per decenni nelle Marche. In questi giorni giro tutta la Regione e tutte le persone che incontriamo ci chiedono di dar voce alle loro prerogative, di materializzare un punto di riferimento che restituisca speranza a chi non la vede e non si sente ascoltato. La nostra non sarà una svolta di propaganda. Tra le tante situazioni da affrontare, invito a riflettere sull’enorme crisi demografica di questa regione ed il crescente spopolamento, i tanti giovani che se ne vanno a cercare altrove, spesso all’estero, lavoro e opportunità. Voglio una sanità non più politicizzata, con una classe dirigente scelta solo in base al merito ed alle competenze. Lo spopolamento dell’entroterra deriva anche dall’ incapacità del sistema sanitario di fornire servizi essenziali. Non mi tiro indietro dalla richiesta sul problema molto sentito dell’erosione costiera. Metteremo in campo ogni sforzo possibile e percorreremo tutte le strade per individuare i fondi necessari affinché Porto Sant’Elpidio, come l’intera costa marchigiana, abbia quella protezione di cui ha bisogno da tempo. Non chiediamo di votarci a scatola chiusa, chiediamo di ascoltare le proposte, la visione di futuro che vogliamo esprimere per le nostre Marche”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X