facebook twitter rss

Ubi Banca e Uai: accordo
per finanziare le imprese
artigiane in Italia

ACCORDO - Professionisti di riferimento di Ubi presenti sul territorio verranno messi a disposizione delle imprese associate Uai e degli stakeholder per favorire una maggiore sinergia e migliorare la conoscenza delle esigenze di tutti in relazione a servizi e prodotti bancari
Print Friendly, PDF & Email

“È stato siglato a Latina un protocollo nazionale tra Ubi Banca e Unione Artigiani Italiani e delle Pmi (Uai) finalizzato alla collaborazione per individuare iniziative nell’ambito della consulenza e del supporto alla crescita degli associati Uai, oltre che di comune interesse”. E’ quanto fanno sapere, con una nota congiunta, proprio l’istituto di credito e l’associazione di categoria.

“Uau – Unione Artigiani Italiani, Confederazione Sindacale Nazionale, è presente in tutta Italia e rappresenta circa 67.500 Piccole e Medie Imprese, in particolare di artigiani e commercianti. L’accordo siglato tra Ubi Banca, grazie all’intervento dell’Area Ubi Comunità – divisione strategica che ha l’obiettivo di agevolare la creazione di partnership tra profit, non profit e pubblica amministrazione per la generazione di valore condiviso, e Uai consentirà di sviluppare diverse attività, inclusa la possibilità di agevolare l’accesso per le imprese associate a specifici plafond anche per finanziare investimenti con impatto positivo sulla sostenibilità. La collaborazione verte inoltre sull’organizzazione di eventi, seminari, workshop e convegni su temi quali l’innovazione, la digitalizzazione, la sostenibilità e la crescita dimensionale.


Nell’ambito del protocollo, professionisti di riferimento di Ubi presenti sul territorio verranno messi a disposizione delle imprese associate Uai e degli stakeholder per favorire una maggiore sinergia e migliorare la conoscenza delle esigenze di tutti in relazione a servizi e prodotti bancari”.

“Abbiamo siglato questa convenzione – sottolinea il dirigente generale Uai Giuseppe Zannetti – con molta soddisfazione avendo individuato in Ubi Banca il partner ideale per sostenere le nostre imprese associate. Con l’istituto bancario avevamo già avviato un piano per consentire anche alle piccole e medie imprese di accedere alla piattaforma di welfare aziendale, ed ora apriamo una nuova strada per le imprese che necessitano linee di credito e finanziamenti in un momento così difficile. Ci auguriamo che la collaborazione possa dare da subito risultati importanti in tempi celeri”.

“Il rilancio post Covid-19 – spiega il presidente della Uai Gabriele Tullio – non può non passare attraverso la solidità di banche in grado di erogare risorse di cui le imprese hanno necessità immediata. Ubi Banca si è subito dimostrata dinamica, veloce, organizzata, erogando con immediatezza i fondi necessari alle attività che ne hanno fatto richiesta. È l’attenzione dimostrata ogni giorno verso artigiani e professionisti che ci ha spinti a stringere una collaborazione con UBI, la cui presenza territoriale diffusa, siamo certi darà le risposte che le imprese attendono”.

“Abbiamo definito un importante accordo con Uai che nell’attuale contesto porterà valore alle aziende artigiane associate – ha dichiarato Michelangelo Eleuteri, responsabile della direzione territoriale Roma Litorale Lazio Sud di Ubi Banca – La logica alla base della collaborazione nasce dalla volontà di fornire sostegno su misura per attivare una fase di rilancio post Covid-19 grazie a soluzioni con benefici a lungo termine tramite consulenza evoluta offerta dai professionisti del nostro Istituto agli associati Uai”.

“L’attenzione di Ubi Comunità alla creazione di valore per il territorio si concretizza anche attraverso partnership, come quella oggetto di questo protocollo, in particolare con attori che svolgono un ruolo importante per l’economia del nostro Paese – ha dichiarato Paolo Charlie Olcese, che, all’interno dell’Area Ubi Comunità, ricopre la posizione di responsabile Servizio Enti Pubblici e Sistemi Associativi – Lo facciamo in sinergia con le strutture di Ubi presenti sul territorio, sviluppando progetti di valore per le comunità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X