fbpx
facebook twitter rss

“Sempre più al servizio della collettività”
La Croce verde Valdaso presenta
il nuovo consiglio, cariche all’unanimità

VALDASO - Ieri sera prima riunione del nuovo consiglio della pubblica assistenza. Rieletto all'unanimità, come per tutte le cariche, il presidente uscente Daniele Petrini. Di nuovo in consiglio Kribel e Rossi. Alla prima esperienza consiliare Albanesi, Tassotti, Montemaggio e Antolini
Print Friendly, PDF & Email

“Saremo sempre più al servizio della nostra comunità”. Con questo spirito il nuovo consiglio della Croce verde Valdaso muove i suoi primi passi. Dopo le votazioni di sabato e domenica scorsi, ieri sera, infatti, il nuovo consiglio della Verde Valdaso si è riunito, per la prima volta. Tra nomi storici e new entry, tutti eletti all’unanimità a dimostrazione della compattezza e dell’unità di intenti, rinnovata, della pubblica assistenza al servizio della comunità.

Il presidente uscente Daniele Petrini, dopo i tre anni di mandato, è stato infatti rieletto alla guida del sodalizio. A fargli da vice il consigliere Vincenzo Santini. Rinominato alla carica di tesoriere Nello Poggi mentre a ricoprire l’incarico di segretario, Francesca Albanesi, per la prima volta nel consiglio della Croce verde che è composto anche dai nomi ‘storici’ della pubblica assistenza Vlasta Kribel e Primo Rossi. Con loro anche Fabio Tassotti, Dario Montemaggio e Matteo Antonini, tutti e tre alla prima esperienza consiliare.

Nel corso della riunione il rieletto presidente Petrini ha espresso la sua felicità nell’essere stato scelto nuovamente, con un boom di voti, per guidare il sodalizio, un segno dell’apprezzamento, da parte di dipendenti e volontari, del lavoro svolto fino ad oggi. E proprio sul solco segnato negli ultimi tre anni si muoverà il lavoro che aspetta Petrini e il nuovo consiglio per il prossimo triennio, un lavoro vocato a saldare ancor di più il rapporto con la collettività, la presenza sul territorio, fatta di servizi e di emergenze, e di ‘proselitismo’ per aprire sempre più le porte della Croce verde a nuovi volontari, di tutte le età. Perché in Croce verde, da considerare sempre più un bene della comunità, c’è bisogno del supporto, dell’attenzione e della collaborazione di tutti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X