facebook twitter rss

Popolari Marche Udc del Fermano,
Caterina Donati completa la squadra
dei quattro candidati per le Regionali

ELEZIONI - Il Partito: "Laureata in infermieristica, lavora presso un laboratorio privato a Fermo, è una donna molto determinata e volge a rappresentare e portare al centro della discussione le tematiche più vicine all’elettorato della sua fascia d’età"
Print Friendly, PDF & Email

“Ci si appresta ad una bella competizione elettorale per l’elezione del nuovo presidente e del nuovo Consiglio regionale delle Marche quest’anno e la squadra dei Popolari Marche Udc del Fermano è già pronta ed al completo per incontrare i cittadini, ascoltare i loro punti di vista, al riguardo è stato approntato un numero verde 800121252 segnalazioni e suggerimenti, approfondire insieme le tematiche politiche proprie dell’ente regionale, e successivamente mettere in campo la proprie proposte per una Regione Marche più vicina ai cittadini ed ai lavoratori, con servizi sanitari migliori e soprattutto diffusi in maniera omogenea, più attenta alla Scuola e all’Università, con una attenzione profonda alla viabilità, che avvii finalmente la ricostruzione postsisma, che promuova lo sviluppo economico”. Così i Popolari Marche Unione di Centro nell’annunciare il quarto nome in lista per le Regionali, ossia quello di Caterina Donati.

“Dopo la discesa in campo del segretario politico provinciale dei Popolari Marche Udc del Fermano Moreno Bellesi, del presidente provinciale del partito Giambattista Catalini, già candidato sindaco a Fermo, dell’avvocato Lucia Parlatoni del foro di Fermo, la squadra si è completata con Caterina Donati di Porto San Giorgio che è la più giovane candidata della lista regionale con i suoi 25 anni. Laureata in infermieristica, lavora presso un laboratorio privato a Fermo, è una donna molto determinata e volge a rappresentare e portare al centro della discussione le tematiche più vicine all’elettorato della sua fascia d’età, più sensibile alle politiche ‘green’ perciò rispetto dell’ambiente e del territorio, oltre che poter essere a pieno titolo portavoce degli ‘eroi del Covid’, tutto il personale sanitario che nei mesi scorsi si è prodigato per la salvaguardia della salute dei cittadini mettendo a repentaglio la incolumità propria e quella dei familiari. Ed infine la creazione del lavoro, il rispetto della dignità del lavoratore, il rispetto dei contratti collettivi, una paga dignitosa per ogni cittadino che presta la sua opera materiale o intellettuale ed sostegno vero alle imprese, tangibile, con fondi che ci sarebbero ma che in questi anni passati non sono stati impegnati in progetti credibili e che in larga parte sono rimasti a Bruxelles, con le  Marche tra le più in ritardo sull’utilizzo dei fondi (fonte Il Sole 24 ore)
Una squadra molto competitiva quella dei Popolari Marche Udc del Fermano, preparata e determinata che dirà la sua confrontandosi apertamente con gli altri ‘concorrenti’, con valori solidi che rappresentano le Marche pienamente, e con un progetto che guarda certamente al futuro”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X