facebook twitter rss

In arrivo 80 isole ecologiche,
Ceccarani (Sgds): “A settembre
aggiudicazione poi le installazioni”

PORTO SAN GIORGIO - Quattro offerte da società private sono giunte per la partecipazione al bando d’acquisto delle isole ecologiche per la raccolta dei rifiuti. Loira: "Quello stiamo compiendo è un altro importante obiettivo di mandato"
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. Marco Ceccarani e Nicola Loira

“Quattro offerte da società private sono giunte alla San Giorgio Distribuzione servizi per la partecipazione al bando d’acquisto delle isole ecologiche per la raccolta dei rifiuti. “Come noto, andranno presto a sostituire il sistema ‘porta a porta’. L’iter della gara proseguirà anche nel mese in corso per arrivare all’aggiudicazione entro la prima settimana di settembre”. E’ quanto annunciano dal comune di Porto San Giorgio e dalla San Giorgio Distribuzione e Servizi.

“In linea con le previsioni del piano industriale, nonostante gli allungamenti dei tempi dovuti alla gestione dell’ emergenza Covid 19, si conta di completare l’installazione entro l’anno in corso. Attualmente le isole ecologiche presenti in città sono 13, posizionate nella zona Nord. Con l’aggiudicazione del bando la città si doterà di altri 80 punti su tutto il territorio urbano”.
Il direttore della Sgds Marco Ceccarani mostra soddisfazione per l’andamento della procedura: “E’ un ulteriore importante tappa verso il completamento del progetto previsto nel piano industriale – sottolinea – ci conferma l’interesse e la solidità del progetto che ha già visto il favore del settore bancario che ha finanziato la nostra azienda con un finanziamento chiorografario di 1.400.000 euro. La partecipazione al bando di importanti aziende del settore, su un bando che prevede l’acquisto di isole con dispositivi tecnologici evoluti e un servizio di assistenza postvendita per 9 anni, è in linea con le previsioni economiche-finanziarie del nostro piano industriale. Siamo stati tra i primi a sperimentare con successo questa nuova tecnologia, siamo adesso tra i primi in Italia a prevedere la sostituzione completa del sistema porta a porta con il sistema ad isole tecnologiche evolute e penso che anche questo abbia interessato le aziende partecipanti. La nostra è una realtà dove si parte già un elevato livello di raccolta differenziata, il 70,2% nel 2019, con elevata densità abitativa e problematiche gestionali complesse, per cui i miglioramenti gestionali che si prevede di ottenere con il nuovo sistema rispetto al porta a porta sono di interesse generale per il settore”.
“Quello stiamo compiendo è un altro importante obiettivo di mandato – aggiunge il sindaco Nicola Loira – Stiamo per abbandonare il ‘porta a porta’ spinto. Mi sento di ringraziare i cittadini per l’impegno profuso ed il rispetto delle modalità di conferimento che ci hanno permesso di aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Le isole tecnologiche, di ultima generazione, avranno particolari forme estetiche per adeguarsi al tessuto urbano. I cittadini potranno conferire i rifiuti senza limiti di orario, di giorni e tipologie. Un ringraziamento va alla Sgds per l’attività svolta e per l’ottenimento del finanziamento senza necessità di garanzie da parte del Comune, segno evidente di una realtà virtuosa e ben amministrata”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X