facebook twitter rss

Popolari Marche-Udc,
i candidati del Fermano
per le Regionali si presentano

FERMO - Presentazione di gruppo per i quattro candidati Popolari Marche Udc per il collegio di Fermo alle regionali. Presente il senatore Saccone
Print Friendly, PDF & Email

Moreno Bellesi, Gianni Catalini Lucia Parlatoni e Caterina Donati i quattro candidati per il collegio di Fermo dei Popolari Marche Udc che ieri all’Hotel Royal di Lido di Fermo hanno incontrato la stampa. Presente anche il leader regionale del Partito, il senatore Antonio Saccone. “Molti problemi da risolvere, l’amministrazione uscente lascia tutte le difficoltà sul tappeto. Soprattutto lascia il deserto alle imprese – afferma Moreno Bellesi – i dati usciti in questi giorni da uno studio della Camera di Commercio e Regione Marche sono impietosi, le Marche sotto il lockdown sono state la seconda peggiore Regione d’Italia come perdita di iscrizioni d’impresa con il -53,8 % e la provincia di Fermo la peggiore delle Marche con il -63,1. E non servono le giustificazioni del virus o del terremoto, l’economia con la giunta Ceriscioli andava male anche prima, basti pensare che le esportazioni nel settore calzaturiero ad esempio, strategico per il fermano, perdeva il 7% di mercato tra il 2015 ed il 2016″.

“Noi Popolari Udc siamo per invertire questa tendenza, per dare più sostegno alle imprese con investimenti su infrastrutture viarie con progetti realizzabili, senza spot. La sanità è desertificata nelle aree interne , il sisma ha colpito duro e d è tutto ancora fermo, la ricostruzione non è partita, la siccità è un problema enorme vi sono acquedotti da mettere a posto. Inoltre le infrastrutture telematiche per favorire ancora di più l’impresa giovanile, le startup” dice Gianni Catalini, già candidato Sindaco a Fermo nel 2015, che lancia il progetto di una bretella Valmir-Campiglione.
“Bisogna avere una maggiore attenzione all’individuo socialmente inteso, piuttosto che politiche di massa, ed un bonus non serve ad aiutare le imprese. Infine il Covid Center: l’emergenza Covid poteva essere affrontata in maniera più costruttiva – dice Lucia Parlatoni, candidata di Fermo ed avvocato – ed a Fermo serve l’emodinamica per i fermani, altro che storie”.
La più giovane è Caterina Donati, laureata in Infermieristica che vuole portare “rinnovamento e rispondere al bisogno dei giovani, con nuovi posti di lavoro; attenzione alle famiglie, spina dorsale della nostra società, afferma. Da infermiera, mira a ristabilire l’equità e l’uniformità dei servizi di cura, oggi questa equità non c’è”.
Infine Moreno Bellesi, il segretario politico provinciale dei Popolari Marche Udc e responsabile amministrativo regionale del Partito, esperienza di lungo corso alle spalle nonostante la giovane età: “Dobbiamo far funzionare l’aeroporto se vogliamo fare turismo, ricordare che i cittadini delle aree interne hanno gli stessi diritti degli altri sulla sanità, sui servizi, oggi non c’è più nulla. Una gestione parsimoniosa delle risorse e non buttare i soldi dalla finestra come per il Covid Center. Ed infine una grande attenzione per l’etica in politica, studiare i comportamenti dei personaggi politici, seguire le regole in politica, niente doppi incarichi, chi vuole candidarsi prima si dimette e poi si candida, questo è etico, non approfittare della debolezza degli altri, senza paracadute -conclude il segretario – ma ne riparleremo i prossimi giorni”. “Nelle Marche è mancata una prospettiva, la mancata ricandidatura di Ceriscioli dichiara il fallimento delle politiche del centrosinistra regionale” conclude il leader regionale dei Popolari Marche Udc, il senatore Antonio Saccone.

C.N.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X