facebook twitter rss

I Popolari Marche-Udc onorano
la memoria di Giorgio Perlasca

MONTEFORTINO - Una rappresentanza del Partito ha deposto una corona di alloro al mausoleo dedicato a Giorgio Perlasca nel Comune di Montefortino per ricordarne la memoria
Print Friendly, PDF & Email

“Il 15 agosto 1992 moriva a Padova Giorgio Perlasca, commerciante italiano, riconosciuto il 23 settembre 1989 ‘Giusto tra le Nazioni’ per aver salvato la vita di oltre cinquemila persone strappandole alla deportazione nazista e alla Shoah. Nell’ottobre 1991 fu insignito dal Governo Italiano dell’Onoreficenza di ‘Grande Ufficiale’. ‘Eroe nazionale e fiore all’occhiello per tutti’ citando il giornalista Giovanni Minoli, non raccontò mai la sua vicenda alla famiglia e alla stampa, secondo Minoli ‘perchè erano troppo forti i silenzi culturali e politici’. A chi gli chiedeva perché lo aveva fatto rispondeva: ‘…ma lei, avendo la possibilità di fare qualcosa, cosa avrebbe fatto vedendo uomini, donne e bambini massacrati senza un motivo se non l’odio e la violenza?”. Con questo prologo i Popolari Marche Udc fanno sapere che una delegazione del Partito, capitanata dal coordinatore regionale, il senatore Antonio Saccone, accompagnata dal segretario regionale amministrativo Moreno Bellesi e dal presidente provinciale di Fermo, Gianni Catalini in rappresentanza di tutto il Partito, ha deposto una corona di alloro al mausoleo dedicato a Giorgio Perlasca sito nel Comune di Montefortino per ricordarne la memoria, assieme all’amministrazione comunale di Montefortino rappresentata dal capogruppo di maggioranza in Consiglio Comunale Giampaolo Settimi insieme dalla moglie Anna Rita Silenzi. “Un gesto – spiegano dal partito – per ribadire i valori della democrazia e della solidarietà, per ampliare la conoscenza della storia di uomo normale, ben descritta nel libro ‘La banalità del bene’ di Enrico Deaglio.  Fare del bene è nelle piccole cose, nei gesti giornalieri, e può essere molto importante, molto importante”.

“Un gesto denso di significato questo, per promuovere il bene di tutti i membri della società, dove le persone vivono in armonia e dove si interessano della cura gli uni degli altri: questi i due pilastri fondamentali del Popolarismo. Radici antiche quelle dei Popolari Marche Udc, e memoria per costruire una Regione più giusta, più vicina alle persone, più democratica, e che guarda al futuro senza disperdere l’insegnamento dei giusti, dei padri fondatori, e ne tramanda il ricordo alle giovani generazioni, ai nostri figli” conclude Moreno Bellesi, dirigente Popolari Marche Udc e candidato nel collegio di Fermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X