facebook twitter rss

Incendio nell’azienda di pollami,
summit in Prefettura:
«No pericoli per l’incolumità pubblica
ma lavare bene frutta e verdura
»

FERMO - Dalla prefettura: "Allo stato non si può escludere alcuna causa alla base dell'incendio poiché dallo scenario e dai fatti riscontrati dagli operatori del soccorso tecnico urgente le ipotesi sull'origine del fuoco meritano un attento approfondimento ispettivo prima di poter confermare se si sia trattato effettivamente di incidentalità"
Print Friendly, PDF & Email

Il prefetto Vincenza Filippi e il viceprefetto Francesco Martino

di redazione CF

Si è tenuta ieri mattina in Prefettura una riunione di coordinamento con i sindaci dei Comuni di Monte Vidon Combatte, Monte Rinaldo, Ortezzano, Petritoli, ed il Commissario Straordinario di Monterubbiano, nonché con le componenti del sistema di Protezione Civile che sono intervenute nella giornata di mercoledì per l’evento emergenziale registratosi a Monte Vidon Combatte, per un grosso incendio di un allevamento di pollame.

“Risultano essere andati a fuoco – informano dalla Prefettura con il capo di Gabinetto, Francesco Martino che attualmente ricopre anche l’incarico di Commissario straordinario per Monterubbiano – due capannoni di circa 2.000 metri quadri cadauno coinvolgendo le attrezzature e il pollame al suo interno, con 150.000 galline ovaiole carbonizzate.
Il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, prontamente giunti sul posto con 11 mezzi ed una trentina di uomini ha evitato che l’incendio si propagasse ad altri due capannoni adiacenti ed ai rispettivi silos di mangime.
Dal controllo strutturale delle parti lambite dalle fiamme i Vigili del Fuoco hanno potuto riscontrare che l’alta temperatura raggiunta aveva causato il collasso delle strutture dei due capannoni coinvolti.


Il Comando Provinciale Vigili del Fuoco ha prescritto l’inaccessibilità dell’intera area al transito e all’avvicendamento in via cautelativa per la messa in sicurezza del sito e per poter adempiere i dovuti accertamenti.
Allo stato non si può escludere alcuna causa alla base dell’incendio poiché dallo scenario e dai fatti riscontrati dagli operatori del soccorso tecnico urgente le ipotesi sull’origine del fuoco meritano un attento approfondimento ispettivo prima di poter confermare se si sia trattato effettivamente di incidentalità.
Il Prefetto nel corso della riunione ha chiesto al rappresentante dell’Arpam se, allo stato, si può ravvisare un pericolo per la pubblica incolumità conseguente al forte fumo sprigionatosi e, rassicurata in merito, ha appositamente richiesto di essere aggiornata al momento dell’esito delle analisi di laboratorio attualmente in corso con specifico riferimento alle condizioni del terreno in prossimità dell’area e delle limitrofe coltivazioni. Al riguardo, l’Arpam ha riscontrato che non vi sono particolari elementi che possano indurre a motivi di preoccupazione.
Dalla riunione è emersa comunque l’opportunità di sensibilizzare la popolazione a porre particolare attenzione nel lavaggio della frutta e della verdura“.

Incendio nell’azienda di pollami, il comandante Fazzini: “Non abbiamo trovato materiali pericolosi“

Pauroso incendio nell’azienda di pollami: strage di animali (Foto e Video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X