facebook twitter rss

Elezioni, Forza Italia S.Elpidio a Mare
esulta: “Centrati tre obiettivi su tre,
plauso alla Marcozzi” poi le stilettate

SANT'ELPIDIO A MARE - Il coordinamento comunale degli azzurri: "Conquistare una regione dove non c’è mai stata partita, far rieleggere la nostra Jessica Marcozzi, giocare in casa contro un Pd forte e un sindaco con un’enorme visibilità"
Print Friendly, PDF & Email

“E’ finita. Finalmente è finita. E con umiltà, non possiamo che esprimere somma soddisfazione. Sì perché anche col vento in poppa, portare a casa il risultato non era cosa semplice: conquistare una regione dove non c’è mai stata partita, far rieleggere la nostra Jessica Marcozzi, giocare in casa contro un Pd forte e un sindaco con un’enorme visibilità. Sappiamo che Forza Italia non ha più l’appeal di un tempo; anche il Coronavirus ci si è messo contro: presidente Berlusconi fuori gioco e tutti gli altri big della coalizione a far chilometri battendo palmo a palmo la regione. Ma nonostante tutto la compagine azzurra serra i ranghi e, anche se col fiato corto, la spunta con un 7% pieno nella provincia fermana. Con un colpo di reni agguanta e sorpassa i 5stelle e si piazza al quarto posto incassando in tal modo il consigliere mancante assegnato alla nostra provincia”. Inizia così la nota del coordinamento comunale di Sant’Elpidio a Mare di FI, con in testa Roberto Leoni e Roberto Greci.

“Nella nostra Sant’Elpidio a Mare – fanno sapere dal coordinamento comunale FI – abbiamo migliorato la performance rispetto alle comunali del 2017 guadagnando un punto percentuale, la battaglia per la scuola Santissimo Redentore di Casette d’Ete ha portato il nostro gruppo alla doppia cifra. Un chiaro segnale, una buona opposizione dà i suoi frutti.
La sera del 21 settembre la ricorderemo a lungo: la festa dei primi exit pool che aprivano un nuovo scenario, l’attesa per le percentuali dei vari schieramenti che tardavano ad arrivare. All’una di notte ancora non era chiaro lo schema di assegnazione dei seggi…poi l’incubo: il sospetto che, con una legge elettorale contorta e a tratti indecifrabile, una compagine che a livello regionale supera di poco il 3% prenda, con resti, virgole e riporti, un consigliere nella circoscrizione fermana, lasciando fuori dai giochi chi ha il doppio dei numeri. I telefoni che squillano alla ricerca di conferme o smentite, le chat chilometriche che fai fatica a seguire, i fogli scarabocchiati di calcoli e ipotesi. La notte è lunga e ‘ha da’ passà a nuttata’. Finalmente in mattinata le nebbie si diradano e il cielo si tinge d’azzurro. Abbiamo centrato 3 obiettivi su 3, combo perfetta.
Un applauso a scena aperta va senza dubbio a Jessica Marcozzi che ha saputo riunire una squadra che si stava sfilacciando. Ma non dimentichiamo nessuno dei collaboratori, tutti hanno dato il proprio meglio e la soddisfazione di riuscire nell’impresa è tutta meritata. Qualche sassolino dalla scarpa ora bisogna toglierselo: salutiamo facendo ciao ciao con la manina chi siede in consiglio provinciale con i voti che FI gli ha portato in dote, mettendoci la faccia con i colleghi civici. Tanta la lealtà e l’attaccamento alla maglia che a un mese esatto dalle elezioni cambia casacca e adesso mastica amaro. Ora basta, possiamo brindare serenamente, ma senza esagerare: oggi si lavora e quelli di FI hanno un lavoro, non campano di politica”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X