facebook twitter rss

Addio a Mariano Pavoni, il nonno
di tutti i giocatori della Fermana

CALCIO - Aveva 85 anni, in campo con la squadra gialloblù dal 1957 al 1971 diventando così il calciatore con maggiori presenze nella storia della compagine calcistica. Appese le scarpette al chiodo ha poi allenato i canarini più volte sia in prima squadra che nelle giovanili
Print Friendly, PDF & Email

 

L’allenatore Mariano Pavoni portato in trionfo dai giocatori della Fermana dopo la salvezza allo spareggio contro il Canosa nel 1986

 

di Paolo Bartolomei

Mariano Pavoni giocatore

FERMO – Mariano Pavoni, nato ad Ascoli nel 1935, terzino destro, ha mosso i primi passi nella Pro Calcio (seconda squadra della città), poi è stato  portato dai dirigenti gialloblù di allora a Fermo, dove si è stabilito, lavorando come capo operaio per il Comune.

Da calciatore gialloblù ha segnato il record di partite con la Fermana giocando dal 1957 al 1969, più un altro anno come allenatore-giocatore (70/71: allena la Berretti e gioca in prima squadra, sono le sue ultime 7 partite da calciatore), per un totale di 329 presenze.

Da giocatore viene ricordata la sua forza, la sua tenacia, era sempre l’ultimo ad arrendersi, una vera bandiera, un capitano d’altri tempi. Un attaccamento alla maglia oggi quasi impossibile da trovare nel calcio attuale.

Da allenatore negli anni ’70

Da trainer della prima squadra ha allenato i gialloblù per la prima volta nel 1973/74 dalla 10° giornata in sostituzione di Alberto Eliani, l’anno dopo per intero, poi tra il 1985 e il 1987 due da subentrato (il primo anno dell’esonerato Alberto Baldoni, l’anno dopo del dimissionario Renzo Rossi), al termine del primo di questi due si ricorda il trionfo nello spareggio salvezza contro il Canosa. Infine per lungo tempo nel vivaio dei canarini fino alla fine degli anni ’80.

In gran forma fisica fino a pochi mesi fa nonostante l’età, alcune settimane fa le sue condizioni di salute si sono aggravate.

Lascia la moglie Irene e i figli Raoul, Luana e Cristiana, nonché il più giovane fratello Franco, anch’egli calciatore della Fermana, ai quali vanno le condoglianze della nostra redazione.

La salma si trova presso l’obitorio dell’ospedale civile di Fermo, i funerali si terranno domani, sabato, alle ore 16.00, nella chiesa parrocchiale del quartiere di Santa Patronilla.

 

Pavoni primo tesserato dell’Associazione di tifosi “Solo Fermana”

 

Qui mentre, felicissimo, sfoglia il libro sulla storia della Fermana, di cui lui ha scritto in prima persona alcune delle pagine più belle

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X