facebook twitter rss

”Ascoltare per Crescere”,
chiusura con Michele Brambilla

AMANDOLA - Ultimo appuntamento con il festival sibillino previsto per venerdì 2 ottobre alle 21. Oltre alla diretta on line, nel rispetto delle normative anti Covid pubblico atteso presso l’auditorium “Virgili”. Tema della serata "Buono e bello, ma chi lo sa?", per un'esplorazione sui borghi naturali al tempo della pandemia post sisma
Print Friendly, PDF & Email

 

Michele Brambilla

Si chiude il festival “Ascoltare per crescere” con un incontro-intervista non solo in diretta live sul web, come per gli altri appuntamenti, ma anche in presenza e con pubblico, nel rispetto delle norme anti Covid, nell’auditorium “V. Virgili” della Fondazione Carisap ad Amandola.

Ospite della serata, venerdì 2 ottobre con inizio alle 21.00, il direttore di Qn (Il Resto del Carlino-La Nazione-Il Giorno) Michele Brambilla, giornalista con una carriera nei più grandi quotidiani, dal Corriere della Sera alla Stampa di cui è stato vicedirettore.

Si parlerà del potenziale dei borghi, della riscoperta della natura come prima arma anti pandemia, dell’Europa e di quello che arriverà, ma soprattutto di ciò che dovremo saper fare, della ricostruzione post sisma, prioritaria e ancora in forte ritardo.

Non solo. Come da titolo dell’incontro, “Buono e bello, ma chi lo sa?”, Brambilla sarà chiamato a far capire perché il mondo dell’informazione punta più sul negativo che sul positivo, facendo così rimanere in secondo piano una regione come le Marche.

Una terra dove “le cose belle sono anche buone”, come ha ricordato nel primo incontro Umberto Galimberti, ma anche dove devono aumentare le “interconnessioni, tecnologiche e imprenditoriali” come emerso, in un altro appuntamento del festival, ascoltando il corrispondente di Sky Tg 24 da Bruxelles, Roberto Tallei.

L’appuntamento potrà essere seguita via web nella pagina Facebook e nel canale Youtube di Wega, che ha organizzato l’intero festival. Alla serata sono stati invitati anche sindaci e imprenditori dei comuni dove sono stati ambientati i vari appuntamenti del festival.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X