facebook twitter rss

Fermhamente 2020, incalzano
gli appuntamenti on line

FERMO - Edizione dedicata all'ecoscienza, con 1.500 alunni delle scuole locali e dal resto d’Italia a prenotare le attività via web. Nel video di apertura le parole del noto matematico inglese Chris Budd che ha auspicato: “La scienza e la cultura possano sempre più elevare le persone”
Print Friendly, PDF & Email

Chris Budd, matematico britannico, ospite on line lunedì scorso durante l’apertura dell’edizione 2020 del festival

41 appuntamenti in 7 giorni, tra attività mattutine per le scuole, quelle pomeridiane e serali per gli appassionati di scienza, su prenotazione e in libero accesso streaming live su canale Facebook di Fermhamente, oltreché YouTube.

A pieno ritmo la settimana del Festival della Scienza Fermhamente, giunto alla quarta edizione, che si svolge dal 12 al 18 ottobre in modalità on line e che è dedicato al tema dell’ecoscienza.

Un ricco programma che si compone di attività in streaming live e presenti nel grande database di contenuti, che viene attivato giorno per giorno. Database che prevede decine di attività tra foto, conferenze esclusive registrate, presentazione di libri con il video in esclusiva per il festival, approfondimenti, giochi, scienza e comicità e tanto altro ancora. Festival che è sempre un punto di riferimento per le scuole locali, per i contributi di grande interesse che riesce a dare e che in questa edizione vede prenotazioni per partecipare alle attività via web di circa 1.500 ragazzi delle scuole, non solo locali ma anche da fuori, tra cui istituti di Foggia, Bari, Padova e della Liguria.

Molte le istituzioni scientifiche e gli importanti relatori presenti al Festival, tra cui ricordiamo il filosofo Telmo Pievani, lo scrittore e giornalista scientifico Pietro Greco, la Lipu, Wwf, le quattro Università delle Marche, Focus Junior, Focus Wild, Fondazione Golinelli.

Lunedì c’è stata l’apertura ufficiale del Festival sulla pagina Facebook di Fermhamente, nel corso della quale è stata trasmessa un’intervista esclusiva registrata con Chris Budd, matematico britannico, docente, insignìto dell’Ordine dell’impero britannico per il servizio prestato all’insegnamento e alla divulgazione della scienza che ha auspicato che il Festival porti ad elevare le persone, affinchè sappiano cogliere le differenze, la prof.ssa Elisa Anna Fano, presidente della società italiana di ecologia e Carlo Cacciamani, dell’Arpae Emilia-Romagna ed il prof. Martelli, docente di fisica all’Università Carlo Bo di Urbino.

Alla trasmissione Facebook, moderata da Mauro Labbellarte di Labilia, hanno portato i saluti il diretto scientifico Andrea Capozucca che ha sottolineato l’importanza del ruolo della cultura e della scienza che nella sua dimensione sociale è di grande aiuto in questo momento particolare, l’assessore alla cultura Micol Lanzidei che ha evidenziato come scienza e cultura abbiano come punto di contatto in comune l’intuizione e l’etica e che eventi come Fermhamente siano molto utili alla società, non solo al mondo della scuola. Anche il consigliere comunale Francesco Trasatti ha voluto rimarcare come Fermhamente sia un appuntamento consolidato, nato quando ricopriva il ruolo di assessore alla cultura nella precedente amministrazione, che si inserisce nel solco della storia della città di Fermo come città di cultura e di studi e recentemente come parte delle Learning Cities dell’apprendimento dell’Unesco.

Il Festival, che si avvale di un Comitato scientifico di fama internazionale, si svolge con il sostegno e il contributo della Camera di Commercio delle Marche, con la collaborazione delle locali scuole superiori, del Conservatorio Pergolesi di Fermo, delle Università di Camerino, Macerata, Urbino e dell’Università Politecnica delle Marche, della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici “San Domenico” di Fermo. Collaborano come partners anche Polizia Scientifica, Ambito Sociale XIX, Focus Junior, Fondazione Idis Città della Scienza, Prisma, Experienceworkshop.org, Il Faro, Goals, Just photo.

Contest social. Sono attivi anche contest con cui sarà possibile interagire con il Festival attraverso i social, sia per chi si diletta con le foto che per gli artisti visuali: i provetti fotografi potranno postare sul proprio profilo Instagram una foto attinente al tema accompagnata dall’hastag #fermhamente o #fermhamente; anche gli artisti avranno la possibilità di postare foto delle loro opere attinenti al tema sul loro profilo Instagram. Premi in palio per entrambe le categorie.

Il calendario degli appuntamenti quotidiani è consultabile sulla pagina web www.fermhamente.it e sulla pagina Facebook e Instagram del festival.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X