facebook twitter rss

Manca il Tricolore sul monumento
ai caduti, Pacini: “Inaccettabile
da parte delle istituzioni”

PORTO SANT'ELPIDIO - Lo sfogo del responsabile locale di CasaPound Italia: «Il 4 novembre l'amministrazione Comunale ha celebrato la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate dimenticandosi del tricolore sul monumento ai caduti in Piazzale Marconi: non è ammissibile».
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Pacini, responsabile locale di CasaPound Italia

All’indomani della Giornata dell’Unità Nazionale, delle Forze Armate e della Commemorazione dei Caduti in Guerra (quest’anno celebrata in forma ridotta viste le disposizioni del Dpcm e la circolare inviata dalla Prefettura di Fermo), a parlare è Francesco Pacini, responsabile a Porto Sant’Elpidio di CasaPound Italia.

“Il 4 novembre l’amministrazione comunale ha celebrato la commemorazione del 102esimo Anniversario di Vittorio Veneto depositando la corona d’alloro al monumento ai caduti presso piazzale Marconi, spostandosi poi in piazza Fratelli D’Angelo e per finire presso la Lega Navale. Un iter corretto, se non fosse che nessuno ha provveduto ad innalzare il tricolore sul monumento ai caduti situato davanti la parrocchia Santissima Annunziata – denuncia con notevole rammarico Francesco Pacini – Già nei giorni scorsi avevamo notato quest’assenza, ma in cuor nostro pensavamo che l’avrebbero messo le istituzioni proprio nella giornata dell’Unità Nazionale, delle Forze Armate e della Commemorazione dei Caduti in Guerra. Invece così non è stato. Non sappiamo se la situazione pandemica in corso si sia rivelata un ostacolo, ma è inaccettabile che il 4 novembre non sventoli il tricolore sopra il monumento dei nostri caduti che hanno dato la vita e si sono sacrificati per difendere i confini della nostra nazione. Pertanto, ieri mattina (5 novembre, ndr), ci siamo sentiti in dovere di appenderlo noi stessi”.

l. n.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti