facebook twitter rss

Andrea Merloni trovato morto
nella sua casa a Milano

L'IMPRENDITORE, 53 anni, era uno dei quattro figli di Vittorio, ultimo presidente dello storico gruppo industriale di Fabriano, la Indesit. Il corpo senza vita rinvenuto dalla domestica
Print Friendly, PDF & Email

 

IMG-20201110-WA0001-267x400

Andrea Merloni

 

E’ morto nella sua abitazione di Milano Andrea Merloni, uno dei quattro figli di Vittorio Merloni, ultimo presidente della Indesit Company, lo storico gruppo industriale di Fabriano fondato dal capostipite Aristide e ceduto nel 2014 alla multinazionale Whirlpool. Andrea Merloni aveva 53 anni e sarebbe stato stroncato da un malore. Ieri mattina è stata la domestica a trovare il suo corpo ormai senza vita. Gli stessi familiari hanno cercato di ricevere maggiori informazioni per tutta la giornata e le prime notizie sono iniziate a circolare ieri sera a Fabriano.

In famiglia tra i quattro fratelli (oltre a lui Antonella, Maria Paola e Aristide) – ricorda l’Ansa – Andrea era stato tra i più convinti sostenitori dell’idea di mantenere l’azienda di famiglia italiana, leader nella produzione di elettrodomestici in Europa dopo la svolta impressa nel 1975 proprio da Vittorio, magnate degli elettrodomestici italiani ed ex presidente di Confindustria. Dagli esordi nel 1930 di Aristide Merloni, alla creazione negli anni ’70 di tre diverse divisioni industriali senza che Vittorio dimenticasse mai l’assioma fatto proprio dal padre Aristide: «Non c’è valore di successo economico se non c’è impegno nel progresso sociale». Lo scatto in avanti Vittorio Merloni l’aveva compiuto nel 1987 quotando in borsa l’azienda e 10 anni dopo nominando il primo amministratore delegato L’ultimo snodo era poi passato per il cambio di nome, da Industrie Merloni a Indesit Company. Nel maggio 2013 Andrea Merloni aveva lasciato il vertici della Indesit, a lui come era subentrato Marco Milani come amministratore delegato. Nel 2015, il giovane imprenditore fabrianese aveva lasciato anche la presidenza dell’Istao, l’Istituto per la formazione manageriale di Ancona intitolato ad Adriano Olivetti, poi nel 2016 era morto Vittorio, già da tempo malato e lontano dall’azienda. Nel 2018 il figlio aveva impresso una svolta nella sua vita salpando dal porto di Ancona a bordo del suo yacht ‘Audace’ che nel tempo era diventato la sua casa durante la bella stagione con attracco nell’isola di Ibiza, mentre nei mesi più freddi Andrea considerava  Milano la sua città d’adozione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti