facebook twitter rss

Confidi al fianco di artigiani ed imprese
“Obiettivo mantenere vivo e vitale
il tessuto produttivo marchigiano”

ECONOMIA - Le considerazioni di Maurizio Paradisi, presidente di Uni.Co.: "Come consorzio di garanzia siamo un punto di riferimento nel centro Italia"
Print Friendly, PDF & Email

di Maurizio Paradisi (Presidente di Uni.Co.)

Siamo consapevoli che il 2020 resterà nella storia del mondo economico produttivo come un anno segnato dalla pandemia. Nessuna crisi precedente negli ultimi vent’anni ha mai messo a dura prova, come in questo periodo storico, la possibilità di fare ricavi e, quindi, di investire. I vari DPCM spesso inevitabili non favoriscono la progettazione del futuro per le imprese, di conseguenza, spesso la navigazione a vista è l’unico strumento per sopravvivere.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un processo che ha visto aumentare le regole relative al merito di credito, regole alle quali molte imprese non erano pronte. Ed ora, improvvisamente, a tale situazione si aggiunge l’incertezza nelle dinamiche di futuro. Tutto questo sembra un mix perfetto per indebolire in modo inesorabile il mondo produttivo. Eppure, nonostante importanti difficoltà, gli intermediari finanziari, quali i Confidi, non si sono mai fermati cercando di far arrivare sostegno alle imprese.

I Confidi nelle Marche stanno affrontando quotidianamente le varie problematiche spendendosi su più fronti; riprova di ciò è il dialogo con tutti gli Istituti di Credito e le sinergie cercate e trovate con la Camera di Commercio Unica delle Marche, grazie anche al supporto di una visione molto dettagliata del tessuto economico, offerta da tutte le Associazioni di Rappresentanza del mondo produttivo.

Uni.Co., nato dalla fusione di più Confidi della regione Marche nel luglio del 2018, sin dal primo momento non ha mai smesso di mettere a disposizione delle imprese strumenti per fronteggiare le loro esigenze, sia ordinarie che straordinarie. Questo importante lavoro di Uni.Co. è stato possibile grazie ad una struttura regionale che vede impegnate circa 120 persone nello sviluppo di pratiche quotidiane per l’accesso al credito, parte delle quali circa 50 presenti come account commerciali sul tutto il territorio regionale per rendere concreto e quotidiano il rapporto con le imprese.

Il ruolo del Confidi è dunque quello di accompagnare le imprese per un loro più rapido e facile accesso al credito, soprattutto quando le stesse presentano elementi di criticità.

Uni.Co. mette a disposizione delle imprese un’ampia varietà di servizi e prodotti aderenti alle esigenze delle realtà operanti sul territorio, con competenza, professionalità e una qualificata struttura in grado di interloquire con credibilità nei confronti del sistema bancario. Dal 2016 si è scelto di far diventare Uni.Co. un soggetto vigilato da Banca d’Italia, proprio per garantire serietà trasparenza e rispetto delle regole.

I percorsi intrapresi in passato stanno dando, oggi più che mai, frutti. Sono state consolidate le nostre competenze e il nostro patrimonio; è per questo che siamo stati capaci, in un momento così difficile, di aprirci con maggior forza all’erogazione del credito diretto, proprio perché nessuno venisse lasciato indietro. La sinergia con la Regione Marche e la Camera di Commercio delle Marche ci ha permesso di mettere in campo più di 20 milioni di euro sul credito diretto.

Da inizio 2020 ad oggi, abbiamo sostenuto per il 50% il mondo artigianale e PMI, per il 29% il mondo del commercio, per il 14% il mondo industriale, per il 2,5% l’agricoltura; il restante 4,5% è suddiviso tra il mondo dei servizi, professionisti e cooperativo. Da una valutazione dei nostri dati aggregati il mondo dei Confidi Marchigiani dal 2007 al 2020 ha intermediato finanziamenti bancari per 2.709.833.816 di euro veicolando a promozione e sostegno degli stessi 83.704.150 euro di risorse pubbliche.

Dal momento in cui sono diventato presidente di Uni.Co., sono stato sempre convinto che le Volontà Politiche e Sindacali che con lungimiranza hanno favorito la nascita del nuovo soggetto fossero consapevoli di come solo attraverso un nuovo strumento forte e patrimonializzato si potessero dare adeguate risposte a un tessuto produttivo in grande cambiamento.

Questo ci porta oggi a non fermarci ed a spingere ancor più l’azienda su percorsi di crescita, che le possano permettere sia di salvaguardare ciò che si è fatto sia di cogliere nuove opportunità in territori limitrofi al nostro.

Oggi è ancor più importante immaginare un futuro importante e solido con al centro il costante confronto con le Istituzioni Regionali, con la Camera di Commercio Unica delle Marche e con le Associazioni di Rappresentanza dalle quali continueremo a trarre importanti spunti di crescita e lavoro. Tutto questo sarà possibile se ci sforzeremo di fare sistema e di guardare tutti nella stessa direzione privilegiando ciò che ci unisce, avendo come obiettivo primario quello di mantenere vivo e vitale il tessuto produttivo marchigiano.

Siamo diventati, e lo saremo sempre di più, come consorzio di garanzia un punto di riferimento nel centro Italia: questo è il più grande stimolo che ci spinge a lavorare quotidianamente guardando con fiducia al tempo che verrà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti