facebook twitter rss

L’istituto ”Carlo Urbani” premiato
con il riconoscimento di
Qualità europea eTwinning

DIDATTICA - Un fertile sodalizio tra scuole gemellate, che oltre alla realtà di Porto Sant'Elpidio ha visto in campo l'alberghiero “E. Tarantelli” di Sant'Elpidio a Mare e l’Itet “G. Salvemini” di Molfetta, tutti uniti in video conferenza da un partenariato passante per il progetto di respiro continentale già dallo scorso anno scolastico
Print Friendly, PDF & Email

27 e 28 Ottobre 2020: due date importanti per il polo scolastico “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio, due traguardi storici per l’istituto alberghiero “E. Tarantelli” di Sant’Elpidio a Mare e per l’Itet “G. Salvemini” di Molfetta (BA), uniti da un partenariato elettronico eTwinning dallo scorso anno scolastico.

Nonostante l’emergenza Covid 19 abbia previsto proprio in quei giorni l’applicazione dei protocolli per il contenimento epidemiologico del virus, si sono realizzati presso le sedi scolastiche degli istituti citati due eventi destinati a lasciare il segno nelle rispettive comunità scolastiche.

Dopo la recente cerimonia di consegna in presenza del Certificato di Qualità Nazionale attribuito agli studenti coinvolti nel progetto eTwinning “Mujeres ignoradas, mujeres ilustres”, avvenuto in occasione degli Ersmusdays, il giorno martedì 27 ottobre 2020, i dirigenti scolastici Roberto Vespasiani e Sabino Lafasciano, ai vertici rispettivamente degli istituti superiori “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio e “Gaetano Salvemini” di Molfetta, hanno voluto presentarsi in modalità a distanza ai partners italiani del nuovo progetto bilingue “Agenda 2030: SDG 11-Sustainable cities and communities” attraverso la piattaforma Meet di GSuite, attribuendo un nuovo valore aggiunto all’iniziativa.

Dopo una breve introduzione delle docenti presenti in entrambi gli istituti dietro agli schermi (prof. Laura Fuccio, Laura Gentili e Fabiola Isidori per il “Carlo Urbani”, Roberta Carriero e Antonella Torchetti per il “Gaetano Salvemini”), il microfono è passato agli studenti dell’istituto pugliese, che hanno rotto il ghiaccio presentandosi brevemente ed esponendo la loro esperienza alle prese con la piattaforma eTwinning e le loro attese per il futuro.

La classe 5BC ha quindi potuto presentarsi a sua volta, confrontandosi con il gruppo dei pari sulle nuove tematiche ed iniziando un dialogo foriero di sviluppi educativi e didattici oltre che di crescita interpersonale. https://it.padlet.com/laura2/o8x3h7grj898

Un momento particolarmente emozionante del video incontro è stato, per i docenti e gli studenti del Fermano, vedere attraverso gli schermi il dono preparato dagli studenti pugliesi per suggellare l’amicizia iniziata durante l’anno scolastico ormai trascorso: un quadro raffigurante alcune fasi collaborative del progetto realizzato dai gruppi partners.

Prima di concludere l’incontro, le classi si sono date appuntamento sulle pagine digitali del nuovo giornale collaborativo proposto dal partner spagnolo del progetto, Fausto Ferrero, docente di Cáceres (Spagna) presso l’ Iea Ágora che, in lingua inglese, coordinerà le attività concordate sui temi della vivibilità nelle città delle classi gemellate ed europee, approfondendo quattro percorsi in particolare: inclusione, sicurezza, resilienza e sostenibilità, non trascurando la sfida ambientale e la necessità di adeguare abitudini interpersonali e trasporti alle mutate esigenze epidemiologiche.

Gli studenti destinatari del nuovo progetto eTwinning proseguiranno il percorso iniziato dalla precedente classe dell’indirizzo Enogastronomia e Sala, elaborando queste tematiche trasversali ai percorsi di Educazione civica, in lingua inglese e francese, sia a scuola che a casa, in collaborazione con studenti frequentanti le scuole superiori partners.

L’evento organizzato dal “Carlo Urbani “è stato registrato sulla piattaforma delle scuole europee con il titolo “Partenaires pour toujours” per evidenziare il desiderio di continuità nella collaborazione tra istituti gemellati.

Il sodalizio con l’Itet “G. Salvemini” di Molfetta (BA), che ha saputo mantenere vivo il dialogo tra pari anche durante il periodo di chiusura delle scuole, con reciproco sostegno a distanza è stato doppiamente ricompensato nella giornata del 28 ottobre 2020, quando entrambi gli istituti hanno ricevuto, in contemporanea, un ulteriore riconoscimento per la didattica collaborativa tra scuole gemellate: il certificato di Qualità europea, rilasciato dal team eTwinning alle due comunità scolastiche con la seguente motivazione relativa al progetto già premiato con il certificato di Qualità Nazionale:“Mujeres ignoradas, mujeres ilustres.Complimenti! La tua scuola ha ottenuto il Certificato di Qualità Europeo per l’eccellente qualità del lavoro sul progetto eTwinning “Mujeres ignoradas, mujeres ilustres”.

Ciò significa che il lavoro del corpo docente e quello degli studenti della scuola sono stati riconosciuti ai massimi livelli europei.

Inoltre, il tuo progetto sarà inserito in un’area speciale del portale europeo all’indirizzo https://www.etwinning.net/en/pub/newsroom/highlights/european-quality-labels-2020.htm#c246

Le prossima sfida europea del “Carlo Urbani” sarà quella di portare a termine i progetti eTwinning Erasmus Plus iniziati nel presente anno scolastico, a partire dalla classe 5bc alle prese con l’obiettivo 11 di Agenda 2030 (Città e comunità sostenibili) con le docenti di lingua francese e inglese dell’istituto “E. Tarantelli, proff. Laura Gentili e Fabiola Isidori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X