facebook twitter rss

Il 17 novembre di 10 anni fa
la Nazionale U21 ancora a Fermo

IL PALLONE RACCONTA - A metà novembre del 2010 gli "azzurrini" tornarono per la quinta volta in città, guidati dai mister Ferrara e Peruzzi, e batterono in un'amichevole 2-1 la Turchia con una doppietta di Macheda. In campo anche Giandonato e Destro junior
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Bartolomei

FERMO – Novembre 2010: la nazionale Under 21 di calcio è di nuovo a Fermo. Gli “azzurrini” sono allenati dall’esordiente Ciro Ferrara, selezionatore di quella squadra solo da tre settimane in sostituzione di Pierluigi Casiraghi, e coadiuvato da Angelo Peruzzi (tutti e tre ex juventini e gli ultimi due anche ex laziali).

Arrivati in ritiro da quattro giorni presso l’Hotel Royal di Casabianca svolsero domenica il primo allenamento allo stadio comunale di Fermo “Bruno Recchioni” in vista dell’amichevole Italia – Turchia (Under 21) in programma il mercoledì successivo, alle ore 15, al comunale fermano. Stadio intorno al quale i mezzi della Rai-Tv manovravano e si piazzavano per le riprese televisive satellitari e la trasmissione in diretta.

Giandonato e Crescenzi

Tra gli azzurri c’erano Manuel Giandonato, che otto anni più tardi sarebbe tornato sullo stesso prato indossando la casacca della Fermana e Mattia Destro, figlio di Flavio che in questo momento era vice di Lerda a Torino in serie B, e sei anni dopo arrivato sulla panchina gialloblù.

Questa fu la quinta visita di una formazione azzurra (sempre giovanile) a Fermo in undici anni, e questo grazie alla trasformazione del “Recchioni” in un vero stadio avvenuta nel 1999. Tutte e cinque le partite vinte dalla rappresentativa italiana.

Dopo il 2010 altre due volte degli azzurri a Fermo, una ufficiale e una amichevole, fino al 2014. Una bella tradizione che rappresenta un ottimo biglietto da visita per la città viste le dirette tv a diffusione nazionale e la presenza di inviati di tutte le testate di stampa italiana; tradizione che non deve essere interrotta e che adesso, con la risistemazione del manto erboso dello stadio, potrebbe essere ripresa.

L’Italia batte i pari età della Turchia 2-1 con una doppietta di Federico Macheda, attaccante del Manchester United, davanti ad un pubblico caloroso e folto nonostante l’orario lavorativo e il meteo avverso.

Al 40′ del primo tempo Macheda, dopo una irresistibile discesa di Donati e con la precisa sponda di Fabbrini, sblocca il risultato. Undici minuti dopo l’inizio della ripresa è ancora il giovane fuoriclasse del Manchester che raddoppia. La girandola delle sostituzioni dà la possibilità alla Turchia di mettere a segno nel finale il gol della bandiera con Ismail Haktan Odabasi. Al termine applausi per tutti, interviste e il solito assalto a caccia di autografi e foto ricordo.

ITALIA: Seculin (dal 1′ st Perin); Donat (dal 30′ st Tonelli), Brosco (dal 16′ pt Camporese), Caldirola (dal 30′ st Faraoni), Crescenzi (dal 23′ st Misuraca); D’Alessandro (dal 14′ st Tattini), Romizi (dal 30′ st Rizzo), Soriano (dal 1′ st Giandonato), Fabbrini (dal 23′ st Biraghi); Destro (dal 1′ st Borini), Macheda (dal 14′ st Gabbiadini). Allenatori Ciro Ferrara e Angelo Peruzzi

 

Fotogallery

 

Gli azzurrini in allenamento i giorni precedenti

 

Il giornalista Stefano Bizzotto della Rai pronto per la diretta tv

 

Azione di attacco dell’Italia sotto alla curva ovest…

 

…e il primo gol di Macheda

 

Macheda dopo la rete dell’1-0 immortalato da Marco Capancioni

 

Poco dopo il raddoppio dell’attaccante all’epoca in forza al Manchester United

 

Mattia Destro

 

Manuel Giandonato

 

ARTICOLI CORRELATI

La Nazionale a Fermo, per la prima volta 18 anni fa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti