facebook twitter rss

Dal Comune aiuti a famiglie,
bar, ristoranti e studenti

GROTTAZZOLINA - Considerato il delicato momento Covid, è stato varato in giunta un pacchetto di interventi stimato 60mila euro, erogati a sostegno dei cittadini locali. Ulteriori misure simili sono al vaglio della maggioranza, con ricaduta effettiva nei primi mesi del prossimo anno solare
Print Friendly, PDF & Email

 

Il sindaco Alberto Antognozzi

L’amministrazione comunale di Grottazzolina ha deciso di fare la sua parte, in momento particolarmente difficile, per sostenere famiglie, bar e ristoranti, scuole e studenti con un pacchetto di interventi del valore di quasi 60 mila euro.

Le misure, decise all’unanimità da tutto il gruppo di maggioranza, sono state formalizzate nella Giunta del 17 novembre scorso e intervengono su più fronti.

In primo luogo c’è un sostegno per le attività di ristorazione e bar, maggiormente colpite dalle ultime restrizioni, per le quali è previsto un contributo a fondo perduto di 1.000 ciascuna.

Due interventi distinti sono destinati alle famiglie con minori. Il primo per i nuclei delle fasce di reddito più basse, usando come parametro l’Isee, con priorità per le situazioni dove ci sono soggetti che hanno visto sospesa o ridotta l’attività a causa delle misure legate al Covid 19. Il contributo a sostegno di spese alimentari, mediche, d’istruzione andrà da un minimo di 300 a un massimo di 550 euro per le famiglie più numerose.

Il secondo, non cumulabile con il precedente, destinato alle famiglie con nuovi nati nel 2020 come forma di sostegno alla natalità in un periodo complicato come questo che stiamo vivendo. Un bonus di 500 euro a bebè che si punta a far diventare strutturale, come previsto dal programma di mandato amministrativo. Per queste tre misure a breve saranno pubblicati gli avvisi con le modalità per fare domanda. Inoltre la Giunta ha stanziato anche 10.000 euro per l’acquisto di dotazioni informatiche per le scuole del territorio con il duplice obiettivo di far fronte, nel breve periodo, alle esigenze di didattica a distanza e di adeguare contemporaneamente la strumentazione tecnologica delle scuole a vantaggio dell’offerta didattica per i nostri studenti.

Si tratta di un pacchetto di misure importanti che si aggiungono ad altre già messe in campo nei mesi passati: riduzione della Tari del 50% per le imprese che avevano subito la sospensione o riduzione dell’attività durante il lock-down di marzo-aprile, riduzione del 50% del costo del trasporto scolastico per le famiglie, rimborso buoni pasto mensa scolastica, spostamento prima rata Imu, buoni spesa e pacchi alimentari per oltre 90 famiglie in difficoltà. Senza dimenticare gli interventi sulle scuole per la ripresa in sicurezza per oltre 40.000 euro.

Nel complesso sono stati stanziati circa 170.000 euro a supporto di famiglie, attività, scuole. Uno sforzo notevole per un Comune come Grottazzolina, in parte proveniente da fondi statali ma anche da fondi di bilancio e da contributi ricevuti da associazioni e privati, che l’amministrazione ringrazia sentitamente. Altre misure si stanno già studiando per il nuovo anno a sostegno di famiglie, imprese e per dare impulso al commercio locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti