facebook twitter rss

Assocalzaturifici, Valentino Fenni nuovo vicepresidente nazionale: “Decontribuzione e reciprocità tra mercati le priorità”

CONFINDUSTRIA - “Continuerò il lavoro di Melchiorri, che ha dato molto. La delega al made in Italy mi spingerà a chiedere e sollevare le questioni principali. Durante il Consiglio generale – sottolinea Fenni - si è discusso della decontribuzione".
Print Friendly, PDF & Email

smart

Il consiglio generale di Assocalzaturifici, l’associazione che rappresenta i calzaturieri italiani, ha ratificato la nomina decisa dal presidente Siro Badon che, in sostituzione del dimissionario Giampietro Melchiorri, ha nominato Valentino Fenni come nuovo vicepresidente.

“Una figura positiva, di stimolo per l’associazione e che rappresenta la territoriale con il più elevato numero di aziende associate d’Italia” ha sottolineato Badon. Valentino Fenni, che guida la sezione di Confindustria Centro Adriatico, oggi lavorerà su due tavoli, locale e nazionale.

“Continuerò il lavoro di Melchiorri, che ha dato molto. La delega al made in Italy mi spingerà a chiedere e sollevare le questioni principali. Durante il Consiglio generale – sottolinea Fenni – si è discusso della decontribuzione. Dobbiamo lavorare con Confindustria Moda per farla diventare comune a tutti i settori della moda e per tutta Italia. Sarebbe una svolta per la nostra eccellenza. Nel contempo, noi lavoreremo per inserire le aree di crisi marchigiane all’interno del Dl Agosto o all’interno di una nuova Zes, la zona economica speciale”.

Compito di Fenni sarà far emergere anche alcuni dei temi chiave sollevati dagli imprenditori marchigiani: i rapporti di reciprocità con la Cina e con i principali mercati, la decontribuzione dei campionari “che vanno considerati a tutti gli effetti un investimento dell’azienda e quindi meritevole di detrazione fiscale”, e il rating di filiera su cui Centro Adriatico sta predisponendo un piano dettagliato.

“Sono intanto partite le lettere di adesione al prossimo Micam, slittato a fine marzo insieme con altre fiere di settore, con la rassicurazione ai nostri associati che, grazie al rapporto con Ice, verranno organizzati pacchetti che agevoleranno l’arrivo dei buyer stranieri. Sempre sperando che la situazione pandemica evolva al meglio e la mobilità internazionale sia facilitata. Altrimenti Assocalzaturifici riproporrà, quantomeno, i corridoi di accesso agevolato per i buyer” conclude il neo vicepresidente nazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X