facebook twitter rss

Teramo scappa e vince,
per la Sutor matura la quarta
sconfitta consecutiva

SERIE B - Frizzante avvio di contesa calzaturiero rispedito in terra fermana dai padroni di casa al ritorno sul parquet dal riposo lungo, momento che ha rappresentato l'ipoteca sulla sfida in quota alla Rennova. Per i gialloblù una nuova amarezza di torneo, quotata 86-73 in favore degli abruzzesi
Print Friendly, PDF & Email

La palla a due del tardo pomeriggio in terra d’Abruzzo

TERAMO – Quarta sconfitta consecutiva della Sutor Basket che presso la palestra Acquaviva è stata battuta 86-73 dalla Rennova Teramo a Spicchi.

La squadra gialloblù priva di Francesco Ciarpella, si è espressa bene nel primo tempo poi, nella seconda parte della contesa non è stata in grado di arginare, ma anche di attaccare efficacemente, la difesa degli abruzzesi.

La gara è girata nel terzo quarto a favore di Teramo, che nell’ultimo periodo ha poi chiuso i conti con i marchigiani.

Rispetto alle altre prestazioni, la Sutor in avvio è apparsa una squadra in crescita, nella seconda parte della contesa ha però ripetuto gli stessi errori commessi nelle altre partite, la fisicità di Teramo ha preso il sopravvento e Minoli e compagni non sono stati più in grado di opporre una valida resistenza.

IL TABELLINO

RENNOVA TERAMO A SPICCHI 86: Serroni 12, Gatti ne, Wiltshire ne, F. Faragalli 4, Guilavogui 2, C., Rossi 17, Massotti, Esposito 11, Tiberti 22, Di Febo ne, Di Bonaventura 18. All. Stirpe

SUTOR BASKET MONTEGRANARO 73: Edraoui, Minoli 6, Riva 6, Angellotti, Gallizzi 17, Stanzani 3, Tibs 10, Cipriani 7, Romanò 3, Bonfiglio 21. All. Ciarpella

ARBITRI: Vastarella di Napoli e Manco di San Giorgio a Cremano (NA)

PARZIALI: 26-23, 37-42, 59-55

NOTE: Tl, Teramo 17/23, Sutor 20/22; tiri da 3 punti, Teramo 11/36, Sutor 7/19; rimbalzi, Teramo 39, Sutor 38

LA CRONACA

Avvio di gara favorevole ai gialloblù che con una tripla di Bonfiglio si portavano avanti sul 7-12 dopo 4’. Teramo però riusciva a ritornare in partita e con un canestro di Esposito, forse viziato da un’infrazione di passi, operava il sorpasso, 17-16 al 7’. La Rennova con cinque punti consecutivi di Rossi si portava sul più 5, 25-20, Romanò con un canestro pesante fissava il parziale al termine del primo periodo sul 26-23. Il secondo periodo si apriva con un canestro di Riva. Il sorpasso era merito di una tripla di Minoli, 26-28 al 13’. La gara a questo punto si installava su binari di equilibrio, nel finale però la Sutor trovava affondi importanti che le consentivano di andare al riposo sul più 5, 37-42.

Al ritorno in campo Teramo con un parziale di 9-1 si riportava avanti, 46-43 al 23’. La Sutor non riusciva a trovare canestri dal campo e muoveva il punteggio solo grazie ai tiri liberi. Gli abruzzesi ne approfittavano e con Tiberti chiudevano un parziale micidiale, 20-4 al 28’ per il 57-48. I veregrensi però non erano domi e cercavano di rimanere nella partita e con una tripla di Bonfiglio (all’ultimo secondo) segnando l’unico canestro dal campo nel terzo quarto che valeva il meno 4, 59-55 al 30’. Nell’ultimo periodo, Teramo con una tripla di Serroni scappava via, 71-59 al 33’, la Sutor provava a restare in partita, ma offriva troppo il fianco agli avversari. Minoli prima realizzava da tre poi commetteva il quinto fallo. Teramo allungava ancora e alla fine riusciva a vincere per 86-73.

LE DICHIARAZIONI

“C’è molto rammarico per il risultato finale – ha detto il coach Marco Ciarpella – perché non abbiamo giocato un secondo tempo all’altezza. Nel terzo periodo abbiamo trovato solo un canestro dal campo, Teramo ci ha messo in difficoltà nella seconda parte della gara cambiando la difesa sul pick and roll, che nel primo tempo avevamo attaccato molto bene. Siamo andati all’intervallo con 42 punti segnati, ci siamo passati la palla in post basso contro i cambi e attaccando bene ogni loro adattamento difensivo. Nel secondo tempo la squadra ha faticato ad attaccare la loro difesa di contenimento e allo stesso tempo abbiamo avuto poca pazienza a puntare l’area pitturata e soprattutto, non siamo riusciti ad avere una buona intensità difensiva nell’arco dei 40’. Questo non ci ha permesso di alzare i ritmi e di correre in contropiede”.

 

Articoli correlati: 

Sutor, posticipata la sfida contro Teramo

Vigilia di campionato alla Sutor, a Teramo per invertire la tendenza

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti