facebook twitter rss

L’assessore Scarfini tira le somme di un 2020 da dimenticare: “Dopo il peggior anno possibile per lo sport, continua il nostro supporto”

FERMO - "Il ringraziamento per il lavoro portato avanti in questo difficile anno, per la loro pazienza e collaborazione, va chiaramente alle nostre Società Sportive che tra mille difficoltà stanno attendendo il momento di una vera ripartenza"
Print Friendly, PDF & Email

Alberto Scarfini

“Nel peggior anno possibile per lo sport, lo sport stesso ha saputo dimostrare come non sia immaginabile una società senza attività sportiva, senza i suoi appassionati, senza le sue associazioni, senza il suo cuore. Come Amministrazione Comunale di certo l’apprensione per il nostro settore, ma anche il lavoro e l’abnegazione non sono mancati. Nel continuo recepire i vari Dcpm che si sono susseguiti, nell’informare e rimodulare insieme alle varie società l’attività sportiva, sono trascorsi questi lunghi mesi”. Sono le parole dell’assessore allo Sport Alberto Scarfini che tira le somme di un 2020 che ha visto il mondo dello sport, tra i settori maggiormente penalizzati dall’emergenza Covid.

“Non è mancata – spiega Scarfini –  comprendendo il grande momento di difficoltà del nostro settore, rapidità d’azione nel prevedere ristori per le associazioni sportive e palestre di Fermo, non dimenticando anche l’importante funzione dei campi scuola estivi che tanto associazionismo contribuisce a garantire. Quest’azione di supporto alle associazioni, è importante sottolineare, è stata portata avanti con precedenza rispetto all’invio delle somme ministeriali elargite ai Comuni per l’emergenza Covid. Si è pensato subito, inoltre, già dall’inizio della pandemia, in anticipo rispetto anche a molte altre realtà più grandi, a destinare vari spazi all’aperto della nostra città (piattaforme polisportive, aree verdi, parchi) all’attività delle nostre associazioni e delle palestre sportive, così da garantire nelle rispetto delle normative anticovid lo sport ed il lavoro di tanti. Progettualità che è e sarà anche per il futuro protagonista della nostra azione al fine di contrastare i danni dell’evento pandemico. Si è garantito per gli atleti di interesse nazionale e per quelli che comunque ne avevano diritto, secondo le nuove normative, la possibilità di accedere nelle nostre palestre ed impianti sportivi grazie alla grande fattiva collaborazione delle società sportive”.

Il bilancio di Scarfini va oltre: “Non ci siamo fermati chiaramente nella tutela dei nostri impianti. Oltre alle manutenzioni ordinarie e straordinarie dovute dei vari impianti sportivi e alle loro sanificazioni, si è proceduto con importanti lavori come: la nuova palestra nel complesso di atletica, il rifacimento del manto della parte restante della pista di atletica, il parquet nella palestra di Via Leti, l’impianto di condizionamento nell’impianto di ginnastica, senza dimenticare la nuova palestra all’interno della Polo Scolastico Betti-Fracassetti. Nei limite del possibile e quindi delle regole imposte dai Dpcm, abbiamo continuato a portare a Fermo eventi sportivi come le competizioni nazionali svoltesi in città di ginnastica (compreso il collegiale estivo della Nazionale), di nuoto, di atletica e di motocross solo per citarne alcune, con conseguenti, anche se condizionati dalle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, riflessi positivi sul nostro territorio. Senza dimenticare il ritorno a Fermo, in ottobre, della tanto amata dai Fermani “Mille Miglia”. Anche in questa occasione la città ha saputo esprimere grandissimo senso civico e amore per la sua tradizione sportiva e motoristica con presenze, nel rispetto dei numeri imposti, posizionate lungo tutto il tracciato ad ammirare equipaggi da tutta Europa. Il ringraziamento per il lavoro portato avanti in questo difficile anno, per la loro pazienza e collaborazione, va chiaramente alle nostre Società Sportive che tra mille difficoltà stanno attendendo il momento di una vera ripartenza. Un pensiero ed un ringraziamento va anche ai tanti genitori che, coscienti dell’importanza del rispetto delle regole e del ruolo fondamentale dello sport per i loro figli, stanno con diligenza ed amore consentendo, per quello che è possibile, l’attività motoria dei ragazzi. Attività sportiva che come Amministrazione Comunale, nel rispetto delle normative nazionali dovute all’emergenza sanitaria in corso, continueremo ad accompagnare e supportare per quanto di nostra competenza e nelle nostre possibilità, come abbiamo sempre fatto, spinti dalla forte convinzione dell’importanza e del valore dello sport anche per la nostra comunità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti