facebook twitter rss

Sportello “Non solo 110%” e Bonus Casa,
piattaforma online per affiancare
il cittadino: l’iniziativa di Confartigianato

CONFARTIGIANATO - Creato uno sportello telematico che unisce 170 imprese, 70 professionisti e 5 istituti di credito per aiutare il privato a sistemare la propria abitazione. Iniziativa di Confartigianato imprese Macerata-Fermo-Ascoli Piceno
Print Friendly, PDF & Email

di Federica Broglio

Difficile districarsi tra Ecobonus, Sismabonus, Bonus ristrutturazioni, facciate, verde, detrazioni varie e Superbonus 110%. Per chi volesse approfittare di tutte queste agevolazioni per sistemare e migliorare la propria casa si ritrova a dover cercare di capire quale sia la normativa più adatta alle sue esigenze, di trovare un professionista che elabori un progetto, un’impresa che esegua i lavori e una banca che sia disposta ad aderire all’acquisizione del credito di imposta.

Impossibile ipotizzare quindi che un cittadino possa da solo seguire tutto questo iter, peraltro con i tempi stretti dettati dalla scadenza a dicembre 2022.

Ci ha pensato Confartigianato imprese di Macerata-Fermo-Ascoli Piceno a semplificare la procedura, creando una piattaforma online “Non Solo 110% – Bonus Casa a portata di click” (all’interno del sito confartigianatoimprese.org) che mette insieme 170 imprese, 70 liberi professionisti tra architetti, geometri e ingegneri e altri Ordini professionali e 5 sistemi bancari e di intermediazione finanziaria già convenzionati per assorbire il credito d’imposta quali Unicredit, Intesa San Paolo, Bper, Artigiancassa e Uni.Co. “Qui il privato, se non possiede già un’impresa o un professionista di fiducia – ha spiegato Giorgio Menichelli, segretario generale di Confartigianato – trova una sorta di mercato unico, una comunità locale dove poter attingere per trovare assistenza e supporto alle opere edilizie da realizzare. Si tratta di uno sportello online che mai come in questo periodo è utile per cogliere opportunità in grado di dare slancio all’economia, al settore dell’edilizia, in un’ottica di risparmio energetico, tutela ambientale e riqualificazione urbana”. L’obiettivo di Confartigianato è quello di intercettare un bacino di 30mila famiglie e canalizzarle verso il “pool” di tecnici, imprese e istituti bancari che hanno aderito allo sportello “Non Solo 110% – Bonus Casa a portata di click” per aiutarle, con l’assistenza dell’associazione, a non perdere queste importanti opportunità, che sono variegate e integrabili tra loro. “Noi siamo a disposizione – ha rimarcato il presidente Renzo Leonori – per offrire una collaborazione concreta con i nostri uffici e Caf per seguire le pratiche. Ma servirà un’azione forte per ottenere dal Governo una proroga dei termini, troppo stretti per riuscire a chiudere progetti e lavori. Noi faremo la nostra parte”.

Un’iniziativa che è piaciuta molto agli Ordini professionali, “in quanto mai come ora c’è bisogno di fare squadra – ha rimarcato Paola Passeri, presidente dell’Ordine dei Geometri di Macerata – in uno scambio di idee, competenze ed esperienze di cui trarranno beneficio tutti. Noi così potremo avere con le banche una “corsia preferenziale” per la cessione del credito e una struttura che possa supportarci per le asseverazioni fiscali”. In effetti sul territorio sembra muoversi qualcosa, già peraltro evidenziato con la ricostruzione post sisma, i cittadini stanno cercando di orientarsi e avviare le pratiche, ma la richiesta è quella di potersi affidare a gruppi di lavoro. Ecco che affidarsi allo sportello di Confartigianato può essere un ottimo affiancamento per trovare soluzioni adatte. “E’ un’occasione da non perdere – ha affermato Vittorio Lanciani, presidente dell’Ordine degli Architetti di Macerata – soprattutto perché sono agevolazioni orientate alla riqualificazione urbana, prima ancora che per l’adeguamento energetico e strutturale. Ritengo quindi siano utili i gruppi di lavoro interdisciplinari perché non si tratta solo di sistemare la facciata di un edificio, ma ci potrebbero essere interventi che coinvolgono porzioni della città”. “Servirebbe una semplificazione normativa – ha aggiunto Antonio Zamponi, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Fermo -, solo per la ricostruzione post sisma sono state emesse 113 ordinanze. Auspico un Testo Unico”, così come uno slittamento dei termini. “Il rischio è una corsa al rispetto della scadenza – ha avvertito Tiziano Cataldi, presidente dell’Ordine dei Geometri di Fermo – a discapito della qualità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti