facebook twitter rss

Ponte ciclopedonale sull’Ete,
avanti tutta con i lavori:
dalla pista agli archi

FERMO - In questi giorni interventi sulla pista ciclabile del versante fermano. Nei prossimi giorni il montaggio dell’impalcato strutturale in acciaio
Print Friendly, PDF & Email

Prende sempre più forma (come anticipato ieri da Cronache Fermane – LEGGI QUI) il ponte ciclopedonale, in corso di realizzazione, che collegherà Fermo e Porto San Giorgio, che vedrà piste ciclopedonali, sia verso sud che verso nord. In questi giorni gli operai della ditta Co.Ge.Vi di Colli A Volturno (IS) che eseguono l’opera, stanno per portare a termine gli interventi riguardanti la pista ciclabile del versante fermano per poi proseguire nei prossimi giorni con il montaggio della struttura dell’impalcato in acciaio del ponte principale sul fiume e a seguire degli archi. Piste e marciapiedi per cui verranno realizzati pavimentazioni e finiture“. E’ quanto fanno sapere dal comune di Fermo.

“Un’opera importante, attesa da decenni, lavori che procedono per dar vita a questa opera importante che rappresenta un intervento strategico da più punti di vista, turistico, sociale e ambientale – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro – un investimento per la valorizzazione dell’intero territorio con i benefici per la collettività che ne possono derivare: non dimentichiamo che il progetto è parte del più ampio Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche che comprende anche la Ciclovia Adriatica, percorso ciclopedonale che costeggia tutta la riviera adriatica”.

“L’opera sta di volta in volta prendendo forma – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – Si deve tener conto che si tratta di un’opera corposa e considerare non solo nella sua fase finale ma anche in quella esecutiva diversi elementi, come ad esempio l’impatto ambientale e la viabilità, per realizzare un sistema di mobilità dolce che abbia tutti i requisiti e le caratteristiche consone alla finalità:”.

“Il progetto sulla Ciclovia Adriatica, che riguarda sei regioni di cui la Regione Marche è capofila – aggiungono dal Comune – ha una grande importanza dal punto di vista ambientale e turistico e quello sul ponte ciclopedonale Fermo-Porto San Giorgio è rientrato nel finanziamento previsto dal Programma operativo regionale (Por) Marche Fesr 2014/2020 che sta realizzando un ulteriore tratto della Ciclovia Adriatica, lungo circa 1500 m, collegando così Porto San Giorgio e Marina Palmense, ad oggi divisi dal fiume Ete Vivo e far sì che il tratto di completamento, in cui si inserisce Fermo, sia propedeutico a collegare a collegare l’intero percorso regionale e dunque le cinque Province.

“Un’altra importante opera della città che procede – ha detto l’assessore Mauro Torresi – e che costituisce un intervento di miglioramento della mobilità sostenibile nell’ambito del territorio provinciale e per il progresso del quartiere, consentendo l’estensione della rete ciclabile e pedonale tra il lungomare di Porto San Giorgio, la zona portuale e il lungomare di Marina Palmense con tutti i vantaggi che ne potranno conseguire”.

Il progetto, come si ricorderà, ha ottenuto un finanziamento regionale di 933 mila euro (ovvero il 70% del totale del costo dell’opera che è di 1.333.000 euro) e fondi dei Comuni di Fermo e Porto San Giorgio per 200 mila euro ciascuno.

Lavori in corso sul fiume Ete: prende forma il nuovo ponte, Luciani: “Finiti per l’estate”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti