facebook twitter rss

Al mercato con un’ascia
nascosta nel giaccone, bloccato
da polizia locale e carabinieri

SANT'ELPIDIO A MARE - Il comandante della Polizia locale, Tofoni: "L’uomo, dopo essersi disfatto dell’ascia, si è recato presso il supermercato che si trova in quella zona: è stato raggiunto ed ha inveito contro gli operatori, rivolgendo minacce ed improperi evidenti conseguenze di un conclamato stato di agitazione. L’ascia è stata recuperata e posta sotto sequestro; l’uomo, riaccompagnato a casa dopo aver recuperato la calma, è stato deferito all’autorità giudiziaria per i provvedimenti del caso"
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

“Un uomo è stato fermato questa mattina, presso il mercato cittadino dove si era recato prima a bordo di un motociclo contravvenendo al divieto di circolazione all’interno dell’area mercatale e poi, a piedi, con un’ascia nascosta all’interno del giaccone”. E’ quanto fanno sapere dal Comune di Sant’Elpidio a Mare, confermando le voci e indiscrezioni trapelate già nella tarda mattinata di oggi proprio a Sant’Elpidio a Mare.

“L’agente di polizia locale che prestava servizio, questa mattina, presso il mercato cittadino ha notato un uomo a bordo di un motociclo che si aggirava all’interno dello spazio del mercato – dice il comandante della Polizia Locale Stefano Tofoni – Dopo averlo fermato perché in circolazione vietata, l’uomo si è allontanato per poi tornare a piedi con un’ascia di trenta centimetri, con lama da 14 centimetri, nascosta all’interno del giubbotto. L’agente ha avvertito la centrale operativa che ha inviato sul posto rinforzi ed ha allertato, allo stesso tempo, gli uomini della locale stazione dei Carabinieri visto soprattutto che si trattava di un orario in cui, comunque, il mercato è frequentato. L’uomo, dopo essersi disfatto dell’ascia, si è recato presso il supermercato che si trova in quella zona: è stato raggiunto ed ha inveito contro gli operatori, rivolgendo minacce ed improperi evidenti conseguenze di un conclamato stato di agitazione. L’ascia è stata recuperata e posta sotto sequestro; l’uomo, riaccompagnato a casa dopo aver recuperato la calma, è stato deferito all’autorità giudiziaria per i provvedimenti del caso”.
“Abbiamo assistito ad uno spiacevole episodio – dice il sindaco, Alessio Terrenzi – e ringrazio la Polizia Locale così come i Carabinieri per il lavoro di squadra messo in campo e per la collaborazione che si manifesta, costantemente, sotto varie forme per il controllo ed il mantenimento della sicurezza pubblica che, purtroppo, viene turbata anche quando si verificano episodi di questo tipo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti