facebook twitter rss

De Mitri, buona la prima:
Manoppello rispedito al mittente

SERIE B2 - Nella gara d'esordio stagionale la compagine del binomio Capriotti-Ruggeri ha avuto la meglio, in casa ed al tie break, delle ospiti della Polymatic Arakawa. Un ottimo viatico nel riabbracciare il torneo che riprende le danze dopo undici mesi di stop forzato a causa della pandemia
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – «È stata la vittoria del cuore». Così Daniele Capriotti, allenatore della De Mitri – Energia 4.0, ha commentato a caldo il successo della sua squadra contro Manoppello al debutto stagionale in B2 femminile. Alla palestra Borgo Rosselli è andata in scena una gara vibrante ed appassionante che, volendo cercare una pecca, avrebbe meritato la presenza del pubblico sugli spalti.

IL TABELLINO

DE MITRI ENERGIA 3: Tiberi 11, Benazzi 15, Ragni 6, Di Marino 11, Gulino 1, Beretti13, Annunzi (L2), Di Clemente (L1), Caruso, Cappelletti 2, Nardi 1, Gennari 1, De Angelis 5, ne Casarin. All. Capriotti-Ruggieri

POLYMATIC ARAKAWA MANOPPELLO 2: De Paulis 2, Scudieri 2, Dodi 14, Coletta 7, Merlini 8, Romano 11, Santacroce (L), Pardi 5, Di Diego, Zuccarini, D’Angelo. ne Iezzi. All. Cesarone-De Rugeriis

ARBITRI: Santoniccolo di Sant’Angelo in Vado e Battisti di Pesaro

PARZIALI: 25-19/25-19/19-25/17-25/19-17

LA CRONACA

Pronti-via e la formazione di casa spinge subito forte sull’acceleratore, sorprendendo le avversarie che forse non si aspettavano una De Mitri – Energia 4.0 dall’atteggiamento così intraprendente. Ma sul 2-0 per le marchigiane, il match si veste di nuovi stimoli. Dodi (importante il suo contributo di punti e di ricezioni) prende sulle spalle la squadra che inizia a sbagliare molto meno, mentre le padrone di casa fanno il percorso inverso e la conseguenza logica è che la partita vada al tie-break.

Cambio di campo sul 8-3 per Tiberi e compagne, ma nulla è ancora deciso, perché la squadra di coach Cesarone non si da per vinta e recupera in più occasioni fino ad annullare due palle set e portarsi dal 12-14 al 14 pari. Da lì inizia una lotta di nervi che trova la soluzione nel 19-17 finale in favore della De Mitri – Energia 4.0.

LE DICHIARAZIONI

«Siamo stati bravi a restare sempre in partita – ha detto coach Capriotti – soprattutto se si pensa che questo era il primo incontro vero dopo undici mesi. Faccio i complimenti alle mie ragazze per aver sempre creduto nella vittoria, specialmente nel corso del quinto set, al quale arrivavamo da una situazione psicologica particolare essendo stati rimontato dal 2-0 a nostro favore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti