facebook twitter rss

Assembramenti, vandalismo
e spaccio: la Polizia blinda
la stazione e il centro (Le Foto)

PORTO SAN GIORGIO - Il servizio, coordinato dalla dirigente della Squadra Mobile della Questura di Fermo, Maria Raffaella Abbate, era mirato, vero, in primis a evitare assembramenti in attuazione alle norme anti-Covid in vigore, ma anche a reprimere qualsiasi episodio di vandalismo in stazione e sui treni, ma anche a contrastare lo spaccio e l'assunzione di sostanze stupefacenti tra i ragazzi
Print Friendly, PDF & Email

Davvero difficile, per non dire impossibile, non notare questo pomeriggio, nel cuore di Porto San Giorgio, il massiccio schieramento di Polizia che ha blindato, dalle 16, il centro della città e la stazione ferroviaria. In strada, in stazione, nel sottopasso che collega piazza Matteotti a piazza Mentana, e in tutti gli accessi alla stazione ferroviaria, ben 34 poliziotti della Questura di Fermo, tra Squadra Mobile, Volanti e Polizia Scientifica, e la Polizia ferroviaria del Compartimento di Ancona, in particolare della Sezione di San Benedetto del Tronto, con un ingente quantitativo di agenti in campo. E con loro cinque finanzieri con un’unità cinofila e il fiuto infallibile di Fancy, il cane antidroga delle Fiamme gialle dei Fermo. Insomma impossibile, per chi è passato da quelle parti, non finire nella rete dei controlli delle divise e del fiuto del cane della cinofila delle Fiamme gialle.

A decine le identificazioni, soprattutto tra i tanti giovanissimi presenti in zona. Sì perché il controllo, coordinato dalla dirigente della Squadra Mobile della Questura di Fermo, Maria Raffaella Abbate, era mirato, vero, in primis a evitare assembramenti in attuazione alle norme anti-Covid in vigore, ma anche a reprimere qualsiasi episodio di vandalismo in stazione e sui treni, ma anche a contrastare lo spaccio e l’assunzione di sostanze stupefacenti tra i ragazzi. Decine le identificazioni, si diceva, e le fotosegnalazioni effettuate dalla Polizia all’interno di un gazebo installato in via Verdi. Un coordinato voluto dalla Questura di Fermo vuoi per reprimere qualsiasi tipo di illecito o reato, a partire proprio dalle norme anti-Covid, sia per lanciare un chiaro messaggio alla collettività: la Polizia di Stato, con tutte le sue componenti e branche, è presente.

Giorgio Fedeli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti