facebook twitter rss

Dal teatro alla fantascienza, “The Game” il nuovo libro di Marco Renzi conquista il concorso letterario Pegasus Golden Selections 2021

LETTERATURA - Uscirà proprio ad Aprile l'ultima fatica di Marco Renzi che si chiama "The Game", verrà pubblicato da "Planet Book" di Bari, casa editrice con la quale Renzi ha sottoscritto recentemente un contratto per una trilogia
Print Friendly, PDF & Email

Marco Renzi

 

“The Game”, il nuovo libro di Marzo Renzi in uscita il prossimo Aprile, ha vinto la 7^ edizione del Concorso Letterario per inediti “Pegasus Golden Selections 2021”. Si tratta di un importante concorso per inediti che offre la più ampia possibilità di pubblicazione in Europa.

“Al margine della mia attività di teatrante ho da sempre coltivato anche altre passioni, in particolare quella per il cinema e per la letteratura di fantascienza, per il cinema andandoci e per la letteratura non solo leggendola ma anche scrivendola – racconta Marco Renzi –  Ho già pubblicato in passato racconti di fantascienza, cercando di arrivare ad un segno proprio ed originale, ricordo tra questi  ‘E’ arrivato un gommone carico di Europei’ , ‘Tra le Nuvole’, ‘Il Giorno della Verità'”.

Non finisce qui. Uscirà proprio ad Aprile l’ultima fatica di Marco Renzi che si chiama “The Game”, verrà pubblicato da “Planet Book” di Bari, casa editrice con la quale Renzi ha sottoscritto recentemente un contratto per una trilogia che, dopo “The Game”, prevede altre due uscite, nel 2022 “La Favola delle Nuvole e del Profumo” e nel 2023 “Il Blocco”.

“La scrittura – aggiunge Marco Renzi, impegnato in questi giorni anche con il carnevale fermano in versione web –  è un luogo di grandi spazi e libertà, dove si possono disegnare mondi, immaginare universi e dove ci è concesso il privilegio di poter osservare la nostra civiltà con quel distacco e quella lontananza utili per comprenderne più a fondo l’anima, perché, come è noto, stando troppo vicini molte cose sfuggono alla vista”.

La vicenda del nuovo libro The Game, si svolge verso la fine dell’anno 2090, il pianeta Marte è stato colonizzato già da tempo, quattro City sono state edificate da altrettanti stati terrestri o da consorzi di questi. La vita è tutt’altro che monotona, ogni City offre numerose possibilità di svago e tutte sono collegate tra loro, come fosse un’unica grande metropoli con quattro quartieri. Un giorno viene annunciato l’inizio dei lavori di una quinta City, decentrata rispetto alle altre e avvolta nel più assoluto riserbo, servirà come base di ricerca e centro militare, a finanziarla sono diciotto tra gli stati più ricchi della Terra, per cui non si capisce da quali occhi indiscreti debba essere protetta. Alla fine, e solo alla fine, si scopriranno le vere ragioni di questo ingente impegno. La vicenda è raccontata dal protagonista, nativo marziano, che grazie ad un dispositivo chiamato “memory”, un piccolo e levigato monolite nero, è riuscito a farci arrivare la cronaca dettagliata dei fatti inverosimili a cui ha assistito. Starà a noi giudicare questo reperto e decidere se assegnargli un posto nelle cose che contano o catalogarlo come cialtroneria spaziale. Il romanzo è attraversato da un omaggio al cinema di fantascienza, a quello capace di farci volare su mondi lontani e metterci di fronte al grande mistero della vita e dell’universo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti