facebook twitter rss

Vaccinazioni per over 80,
arriva il servizio di assistenza

FERMANO - Grazie all'impegno dell'associazione Auser, sarà attivo per tutto il territorio di provincia e rappresenterà una valida spalla per soggetti che, vista l'età considerata, potrebbero risultare poco inclini alle tecnologie messe in campo per stilare le liste di prenotazione
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore alle politiche sociali del Comune di Fermo, Mirco Giampieri

Come noto, dal prossimo 20 febbraio prenderanno avvio le operazioni di vaccinazione anti Covid 19 per i cittadini marchigiani con un’età superiore agli 80 anni.

Dal 12 febbraio, alle ore 14.00, si potranno prenotare le vaccinazioni attraverso il link https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il numero verde 800.00.99.66. A Fermo e nel territorio Fermano per fornire un aiuto a chi deve prenotarsi, ma non ha praticità con la posta elettronica, l’associazione Auser di Fermo con i propri volontari si mette a disposizione: basta chiamare i numeri 348.7821177 o 320.3037919 per poter esser così assistiti nella fase di prenotazione dall’associazione stessa.

All’associazione arrivano i ringraziamenti del sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro “per il supporto in un momento importante, invitando a partecipare e a fruire per chi ne ha necessità di questo servizio” e dell’assessore alle politiche sociali, Mirco Giampieri, che sottolinea “la forza della solidarietà testimoniata anche da questo servizio di aiuto da parte dell’Auser, che si è resa disponibile ad aiutare chi non può o non ha familiari che possano essere di supporto per le prenotazioni della vaccinazione”.

Un valido aiuto per i cittadini over 80, per i quali dal 20 febbraio comincerà la somministrazione delle dosi vaccinali, che potranno così avere un sostegno nella prenotazione, grazie a questa associazione di volontariato della città, presieduta da Teresa Di Marzio, nata nel 2016 e composta da circa 200 volontari che è molto attiva sul territorio per i servizi di supporto agli anziani e che, con tanto impegno, è stata di grande aiuto come si ricorderà anche nel periodo del lockdown nella consegna dei buoni alimentari (alla quale aveva collaborato anche l’associazione dei Carabinieri in congedo).


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti