facebook twitter rss

La ventilazione meccanica per contrastare virus e inquinamento

INNOVAZIONE - Il sistema di ventilazione meccanica consente l’inserimento di aria pulita e temperata nei vari ambienti espellendo all’esterno l’aria di ripresa. Il tutto attraverso filtri ad altissima efficienza che trattengono gran parte delle particelle, infette e inquinanti, più piccole oltre a pollini e polveri grossolane. Ne parliamo con gli esperti.
Print Friendly, PDF & Email

 

Una tecnologia in grado di contenere la diffusione dei virus e garantire la salubrità degli ambienti tanto che la Regione Marche ha recentemente approvato uno schema di contributo ai Comuni e Province per l’installazione nelle aule scolastiche di impianti di ventilazione meccanica finalizzati al ricambio d’aria ma anche di sanificazione. Un intervento utile oggi più che mai per contrastare il Covid e i virus influenzali in generale. Da non sottovalutare inoltre, l’utilità della ventilazione meccanica nell’efficientamento energetico e nel miglioramento della qualità della vita di chi trascorre parecchie ore al giorno al chiuso.

Abbiamo parlato di questo importante argomento ai microfoni di Radio Fermo Uno, con l’architetto Giovanna Amista, Head Project & Planning di Zehnder Group Italia, invitata dalla Ecopoint di Fermo, azienda che da oltre un decennio si occupa della promozione e commercializzazione di prodotti rivolti al risparmio energetico ed al benessere abitativo e si pone come partner privilegiato del Gruppo Zehnder Italia distribuendone i prodotti, a livello interregionale, nel centro della penisola. Il Gruppo Zehnder, infatti, è leader sul mercato europeo nella produzione di componenti per la ventilazione meccanica controllata. Fondata nel 1895 come officina meccanica in Svizzera, la società è diventata un gruppo internazionale che conta oggi circa 3.500 collaboratori.

La recente pandemia ci ha costretto a riflettere proprio sul concetto di benessere domestico ed ha, purtroppo, evidenziato alcune criticità relative alla qualità dell’aria presente negli ambienti indoor: aspetti poco conosciuti a molti ma noti da tempo agli attenti esperti del settore. L’importanza del corretto e costante ricambio d’aria negli ambienti chiusi, in questo caso con lo scopo di diluire la carica virale, è divenuta una delle priorità nella scelta degli impianti di climatizzazione.

“Zehnder, da molti anni, sottolinea l’importanza di questo aspetto della nostra vita quotidiana in quanto la crescente attenzione al risparmio energetico ha reso gli edifici sempre più isolati con un conseguente accumulo interno di inquinanti come sostanze chimiche, prodotti da combustione, gas radon, odori sgraditi, umidità e anidride carbonica – spiega l’architetto Amista – Il ricambio naturale dell’aria, aprendo manualmente le finestre, è insufficiente, non garantendo la corretta quantità e qualità d’aria di rinnovo e generando un eccessivo spreco di energia sia nella stagione invernale che in quella estiva. L’utilizzo di un’unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore è conveniente e sicuramente efficace. Il ricambio costante d’aria, infatti, garantisce un altissimo livello di qualità dell’aria interna senza accumulo di inquinanti, di anidride carbonica o d’umidità negli ambienti domestici.”.

Ma come funziona esattamente la ventilazione meccanica?

“Il sistema è composto da un’unità di ventilazione meccanica e da un sistema di distribuzione che si occupa dell’immissione di aria pulita dall’esterno e di ripresa dell’aria viziata dalle stanze – continua l’architetto – Mentre l’aria fresca e filtrata viene prelevata da un’apertura nella parete esterna dell’edificio, l’aria più pesante, viene ripresa dalle stanze meno nobili. I due flussi d’aria entrano, quindi, nell’unità di ventilazione, dove il recuperatore trattiene fino al 95% dell’energia dall’aria espulsa, scambiandola con l’aria fresca in ingresso. Il sistema di distribuzione dell’aria consente, quindi, di portare aria pulita e temperata nei vari ambienti espellendo all’esterno l’aria di ripresa. L’aria di rinnovo, prima di essere immessa in ambiente, attraversa filtri ad altissima efficienza che trattengono gran parte delle particelle infette e inquinanti, più piccole oltre a pollini e polveri grossolane. La manutenzione dei filtri dell’unità diviene il compito più importante per garantire all’impianto longevità e un perfetto funzionamento. L’utente si deve preoccupare di procedere alla pulizia dei filtri costantemente, controllandoli almeno ogni sei mesi e di ricevere la visita, consigliata almeno una volta all’anno, di un centro di assistenza tecnico autorizzato che possa eseguire la manutenzione periodica di pulizia per i componenti interni. Tutte le unità di ventilazione meccanica controllata Zehnder sono dotate di scambiatori di calore che possono essere sensibili e, quindi, agire sulla sola temperatura, oppure entalpici, in grado di operare anche sull’umidità. Lo scambiatore, composto di membrane plastiche, permette la trasmissione esclusiva di energia, evitando il passaggio attraverso la sua membrana di acqua, virus, batteri e cattivi odori. I due flussi, di mandata ed espulsione, sono, sempre separati, anche in caso di deumidificazione o di ventilazione climatica in quanto tutti gli impianti Zehnder non presentano ricircolo dell’aria. Non permettendo contaminazione tra aria in espulsione e aria di rinnovo, Zehnder consiglia, per mantenere le condizioni termoigrometriche ideali, l’uso del proprio scambiatore entalpico, testato, con specifiche prove di laboratorio, che hanno confermato l’assenza di trasmissione di virus e contaminanti. Se l’edificio ha prestazione energetiche eccellenti, la ventilazione, in abbinamento ad una unità idronica, può essere l’unico impianto presente nell’abitazione in quanto permette, oltre al corretto e costante ricambio dell’aria, il riscaldamento, il raffrescamento e la deumidificazione. È chiaro che, in questo caso, la corretta progettazione e installazione dell’intero impianto sono indispensabili. Utilizzando un impianto di ventilazione meccanica controllata Zehnder possiamo dimenticarci di aprire le finestre, respirando comunque aria pulita e salubre tutti i giorni.”.

Un’opportunità oggi più che mai di rilievo, con benefici su più fronti, dunque. Una soluzione per gli edifici scolastici, uffici e abitazioni, sia di nuova costruzione che già esistenti.

Ecopoint, rivenditore autorizzato Zehnder, si rende disponibile per informazioni aggiuntive e una visita in azienda per toccare con mano i prodotti, nel rispetto delle normative anti Covid.

Ecopoint Srl è a Fermo in via Giovanni Agnelli 22/24, Zona industriale Girola.

 

Articolo promoredazionale

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti