facebook twitter rss

“Vicinanza al mondo dello spettacolo”,
Teatro dell’Aquila illuminato
e aperto alle visite gratuite

FERMO - L’assessore alla cultura Micol Lanzidei: “Un gesto simbolico ma partecipato per cui ringrazio chi vi ha preso parte dimostrando l’attaccamento all’universo del teatro che sta risentendo delle restrizioni, dimostrando inoltre che non si è solo fruitori e spettatori di cultura pagando un biglietto al momento di vedere uno spettacolo, ma si è parte di una comunità che vede nel suo teatro, come nell’antichità, un motore per la crescita culturale delle persone e delle città”
Print Friendly, PDF & Email
Sensibilità e vicinanza nei confronti del mondo del teatro e dello spettacolo. Sono quelle espresse dalle tante persone che ieri sera, nel rispetto dei protocolli di sicurezza per l’emergenza sanitaria, hanno risposto all’appello, fatto su tutto il territorio nazionale da Unita (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo),  cui ha aderito anche la Città di Fermo, per sensibilizzare l’opinione pubblica circa la riapertura dei teatri.
All’interno del teatro, illuminato all’esterno come previsto dall’iniziativa nazionale, visite contingentate e gratuite di persone che prima hanno lasciato, vicino alla biglietteria, dei sentiti messaggi e delle brevi ma intense riflessioni sul teatro e sulla bellezza della cultura.
“Un gesto simbolico ma partecipato per cui ringrazio chi vi ha preso parte – ha detto l’assessore alla cultura Micol Lanzidei – dimostrando l’attaccamento all’universo del teatro che sta risentendo delle restrizioni, dimostrando inoltre che non si è solo fruitori e spettatori di cultura pagando un biglietto al momento di vedere uno spettacolo, ma si è parte di una comunità che vede nel suo teatro, come nell’antichità, un motore per la crescita culturale delle persone e delle città”.
Sulla facciata, oltre al manifesto di adesione all’iniziativa, al posto delle locandine degli spettacoli, frasi celebri e messaggi sul teatro di Victor Hugo, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman e Gigi Proietti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti