facebook twitter rss

La fontana del centro s’illumina
di lilla: “Sensibilizziamo
i cittadini sui disturbi alimentari”

PORTO SANT'ELPIDIO - L'assessore Ferracuti: "La pandemia da Covid 19 purtroppo ha determinato su tutto il territorio nazionale e anche nella nostra Regione un aumento dei Dca di circa il 30% e ha abbassato l’età di esordio della malattia a 10-12 anni"
Print Friendly, PDF & Email

Il 13, 14, 15 marzo il Comune di Porto Sant’Elpidio aderirà alla campagna di sensibilizzazione fiocchetto Lilla in occasione della ‘Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla’ (Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 maggio 2018).

“L’iniziativa – spiegano dal comune di Porto Sant’Elpidio – è stata promossa da Fada OdV con sede a Porto San Giorgio, un’associazione di volontariato costituta nel 2016 da familiari di persone con Disturbi del Comportamento Alimentare (Anoressia nervosa, Bulimia nervosa, Binge eating disorder etc). L’Amministrazione Comunale ha deciso di illuminare la fontana sulla rotonda del lungomare centro e le fontane in piazza Garibalidi , luoghi simbolo della città”.

“Secondo recenti studi – spiega l’assessore alle Pari Opportunità Emanuela Ferracuti – soprattutto in Italia, dette malattie colpiscono più di tre milioni e mezzo di persone, perlopiù adolescenti e giovani. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato i Disturbi del Comportamento Alimentare quale seconda causa di morte per gli adolescenti, dopo gli incidenti stradali. La pandemia da Covid 19 purtroppo ha determinato su tutto il territorio nazionale e anche nella nostra Regione un aumento dei Dca di circa il 30% e ha abbassato l’età di esordio della malattia a 10-12 anni. La disinformazione generalizzata, unitamente ai pregiudizi diffusi, nonché la carenza di adeguate strutture specialistiche in tutto il territorio nazionale, comportano, purtroppo e nella maggior parte dei casi, notevoli ritardi nel relativo percorso di diagnosi e cura che, di fatto, spesso sono ulteriore fonte di aggravamento della malattia stessa. Da qui nasce la necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo argomento anche attraverso iniziative simboliche come questa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti