facebook twitter rss

“Addio Massimiliano, esempio di bontà e amicizia”, l’ultimo saluto a De Santis

SANTA VITTORIA IN MATENANO - Cordoglio per la scomparsa del 47enne Massimiliano De Santis. I funerali si svolgeranno lunedì pomeriggio al cimitero di Santa Vittoria in Matenano. Affranti dal dolore la madre Paola, i fratelli Andrea e Simone a cui oggi un'intera comunità si stringe nel dolore
Print Friendly, PDF & Email

Massimiliano De Santis

“Addio Massimiliano, eri, sei e resterai un esempio di amicizia, di sincerità, di altruismo e di serenità”. E’ l’ultimo saluto di amici e conoscenti a Massimiliano De Santis, agente di commercio, affetto da Covid e spirato nella tarda mattinata di oggi all’ospedale di Ancona. E la sua morte ha fatto calare un velo di cordoglio e costernazione sull’intera comunità di Santa Vittoria in Matenano, comune dell’entroterra fermano a cui Massimiliano era legatissimo, il suo paese. Sì perché Massimiliano era amato e stimato da tutti, amici e conoscenti.

“Sempre allegro sempre pronto ad aiutare”, ricordano gli amici affranti dal dolore. “Era un amico degli amici, in 47 anni non ha mai litigato con nessuno. Anzi, se poteva, faceva da paciere. Era un gigante buono – il ricordo, commovente, del fratello Simone – non mancava di rispetto mai a nessuno e aveva sempre una parola buona per chiunque. Mi ha detto di salutare tutti, e che a tutti voleva bene. Questa malattia non consente nemmeno di dire ‘ciao’ a un fratello” e la voce di Simone si spezza, piegata dalla commozione.

“Quest’oggi con immensa tristezza abbiamo appreso della perdita di Massimiliano De Santis. A nome di tutta la comunità di Santa Vittoria in Matenano – l’omaggio del Comune – vogliamo esprimere le nostre più sentite condoglianze a tutta la famiglia”. I funerali si svolgeranno lunedì pomeriggio al cimitero di Santa Vittoria in Matenano. Affranti dal dolore la madre Paola, i fratelli Andrea e Simone a cui oggi un’intera comunità si stringe nel dolore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti