facebook twitter rss

Fermana, il giovane Grassi aggregato in prima squadra

SERIE C - Attaccante, prodotto del settore giovanile gialloblù, classe 2004, si è messo in evidenza in tutte le categorie giovanili e in questa prima parte di stagione è stato protagonista, nonostante la giovanissima età, con la formazione Primavera 3
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Salvezza acquisita, tempo di ponderati esperimenti.

Con il pareggio maturato ieri sera al “Benelli” di Pesaro (vedi l’articolo sotto correlato) la pratica permanenza in Serie C è stata archiviata, ed ecco pertanto la prospettiva, relativamente ai due rimanenti impegni di campionato, di vedere in campo i componenti over in precedenza impiegati con relatività.

E su questa lunghezza d’onda, allargando la panoramica oltre la rosa già consolidata, si sono quindi aperte le porte per un giovane di prospettiva, chiamato ora a lavorare con la Prima squadra sino al termine della stagione. 

“La Fermana rende noto che dalla ripresa degli allenamenti, in programma nella giornata di domani, sarà aggregato in prima squadra il giovane attaccante Lorenzo Grassi“, si legge nel comunicato ufficiale societario, da non confondere con il quasi omonimo, il classe ’98 Lorenzo Grossi, centrocampista centrale già realtà tra gli effettivi di mister Cornacchini.

Prodotto del settore giovanile gialloblù, classe 2004, Lorenzo si è messo in evidenza in tutte le categorie giovanili e in questa prima parte di stagione è stato protagonista, nonostante la giovanissima età, con la formazione Primavera 3. Una buona occasione per lui ma anche una gran bella soddisfazione per il nostro settore giovanile che vede un proprio ragazzo avere questa importante occasione di mettersi in evidenza con i grandi, a testimonianza del grande lavoro che viene svolto nelle varie categorie”, chiude il comunicato societario.

p. g. 

 

Articolo correlato: 

Fumata bianca a Pesaro, la Fermana pareggia ma è aritmeticamente salva


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti